Ipertensione e caldo: ecco come comportarsi

Ipertensione e caldo

Ipertensione e caldo sono un binomio a cui prestare attenzione Il caldo africano che ha colpito l’Europa e l’Italia non accenna a mollare la presa e in questi giorni le temperature sono tutte al di sopra dei 30 gradi centigradi. Ad essere più esposti sono come sempre i soggetti più fragili: bambini, over 70 e cardiopatici. Il caldo aumenta i casi di disidratazione, aritmie, cali di pressione e disturbi elettrolitici che possono causare svenimenti o le più gravi ischemie da abbassamento pressorio.

Ipertensione e caldo: ecco come comportarsi

È risaputo che con l’avanzare dell’età la sensazione fisica della sete si affievolisce e il rischio è quello di disidratarsi senza accorgersene. Intanto la pressione si abbassa a causa della vasodilatazione e le arterie meno elastiche degli over 70 fanno più fatica ad adattarsi. Questo si traduce nel rischio di contrarre crisi ipotensive e svenimenti.

Un altro dato da non sottovalutare è quello che vede molti over 60 e 70 assumere farmaci per combattere l’ipertensione. Si tratta infatti di una delle prime patologie che colpisce chi ha superato i 50 anni di età. Per evitare crisi ipotensive è quindi bene adattare la terapia contro l’ipertensione alle nuove condizioni climatiche. Per farlo è ovviamente necessario rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Tutti coloro che soffrono di ipertensione dovrebbero quindi intensificare il controllo della pressione. È importante monitorarla il più possibile senza dimenticare di interpellare il medico per verificare se sussistono le condizioni necessarie a modificare la terapia per il periodo estivo.

Caldo e ipertensione

È bene sottolineare che con le temperature elevate, si suda molto e si perdono non solo liquidi, ma anche sali minerali come sodio e potassio. Questi elementi sono fondamentali per il buon funzionamento dei muscoli e di conseguenza del cuore. Perdere un gran numero di sali minerali è dannoso per tutti.

La regola d’oro d’estate è mantenersi il più possibile idratati e di preferire un acqua ricca di magnesio e potassio (in commercio se ne trovano molte). Inoltre se si suda molto è bene assumere anche qualche integratore per ripristinare il giusto livello di sali minerali. Un altro consiglio utile è quello di restare in casa o in luoghi freschi durante le ore più calde del giorno (dalle 9 alle 18). È altrettanto importante uscire per brevi tragitti durante le ore serali o verso le prime ore del mattino, quando le temperature sono ancora accettabili.

Andrea Carozzi

Stare bene dopo i 50: leggi qui tutti i nostri articoli di salute e benessere

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here