Investimenti autunnali in casa: cambiare gli infissi per risparmiare

Quando l’autunno bussa alla porta è arrivato il momento di preparare la propria all’arrivo dei primi freddi. Questo significa che se la propria abitazione ha bisogno di cambiare finestre e porte finestre inutile rimandare, ci sono davvero ottime ragioni per cui è arrivato il momento di cominciare i lavori. Se a frenare sono i costi, bisogna tener conto che dietro l’investimento di infissi di buona qualità ci sono una serie di motivi che convincono a fare questo cambio il prima possibile. Gli esperti di Habitissimo elencano di seguito quali sono.

Risparmio energetico

La presenza di spifferi e vetri singoli sono una delle cause principali di dispersione termica di un’abitazione. Si parla di perdite che raggiungono il 25%, sia per il riscaldamento invernale che per la climatizzazione estiva. Si possono fare delle riparazioni e delle sostituzioni, ma la soluzione più efficace è il cambio dell’infisso, si avranno in questo modo prestazioni ottimali in termini di isolamento termico.

Sfruttare le detrazioni fiscali

La sostituzione degli infissi rientra nel bonus ristrutturazioni per l’anno 2019, e quindi gode di una detrazione Irpef del 50%. In alternativa, dimostrando di aver migliorato il risparmio energetico, si può sfruttare l’ecobonus.

Spese ammortizzabili

Per l’acquisto degli infissi vale la regola secondo cui spendendo di più si risparmia di più, perché con un buon prodotto si avrà un potere isolante maggiore e si ridurranno maggiormente le spese per riscaldamento e raffreddamento della casa. Si stima che il risparmio raggiunge i 300-500 euro all’anno.

Aumentare il valore della casa

Una casa bella ma con infissi fatiscenti non ha un grande appeal. Tutti conoscono i problemi connessi alla presenza di infissi che chiudono male o scarsamente isolanti. Il cambio degli infissi è quindi un investimento che aumenterà il valore della propria casa. Oltre a questo bisogna tener conto delle qualità estetiche che dei nuovi infissi daranno alla casa sia internamente che esternamente.

Non è necessario chiedere permessi

La riparazione, sostituzione ed il rinnovamento di infissi rientra nei lavori di edilizia libera ovvero lavori che non richiedono titoli abilitativi, trattandosi di manutenzione ordinaria. Questo se la sostituzione non comporta la variazione delle partizioni dell’infisso, del colore esterno e della dimensione. Si tratta invece di manutenzione straordinaria quando, oltre alla sostituzione dell’infisso, sono previste modifiche dimensionali ed estetiche significative. In quel caso nei condomini bisognerà ottenere l’approvazione dell’assemblea condominiale mentre se l’edificio è sotto vincolo della Soprintendenza ai beni architettonici, occorre richiedere un’autorizzazione specifica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here