Intervista a B. Gambarotta classe 1937

 Da “La Stampa” di lunedì 22 febbraio 2010

Scrittore e conduttore televisivo e radiofonico, Bruno Gambarotta sguazza nel mondo Internet come un ragazzino. Ad affermarlo è lui stesso nel corso di un’intervista condotta dal giornalista Andrea Rossi per La Stampa. Grazie a figli e nipoti lo scrittore ammette di aver imparato a districarsi tra banner, blog e link, sostenendo la tesi presentata nell’articolo “Senior connessi” pubblicato sul nostro sito la scorsa settimana. 

Secondo Bruno Gambarotta non solo Internet è utilissimo ma anche calmo e paziente. Egli lo descrive come una sorta di badante che però non protesta mai, quindi risulta come il massimo per un anziano. Inoltre, apre le finestre sul mondo e non ti chiede niente in cambio, non ha orari perché sempre disponibile. Quest’ultimo aspetto è particolarmente utile secondo il settantatreenne perché con l’avanzare degli anni si dorme sempre meno e Internet è un’ottima compagnia nelle notti di insonnia. 

Dall’intervista emerge come Bruno Gambarotta abbia anche un’ottima opinione di facebook: “mi fa tornare bambino quando all’asilo mi chiedevano se volevo diventare amico”. E sulle e-mail: “agli anziani scrivono in pochi ma basta iscriversi alla newsletter per ricevere tantissime e-mail e sentirsi al centro del mondo digitale”. Infine, ultimo ma non meno importante, secondo l’autore, Internet aiuta quando la memoria viene meno. Basta cliccare un sinonimo su google ed ecco che la parola tanto ricercata arriva.

Giulia Piaggio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here