INPS: come funziona il simulatore della pensione

Come organizzare il proprio futuro dopo la pensione? Quando le persone iniziano ad avvicinarsi all’età del ritiro dal lavoro iniziano a porsi questa domanda. C’è chi parte per un paese straniero – magari il Portogallo, che nonostante non sia più un paradiso fiscale per pensionati mantiene ottimi incentivi – e chi invece rimane in Italia. Qualsiasi decisione si prenda, ciò che davvero conta per progettare il proprio futuro è sapere con sicurezza quando e quanto si prenderà di assegno previdenziale. E con il simulatore della pensione online di INPS è possibile.

La mia pensione futura: un servizio INPS

Sul portale dell’INPS è disponibile da qualche anno il servizio online “La mia pensione futura”. L’Istituto ha messo alla portata dei futuri ex lavoratori un simulatore della pensione, attraverso il quale è possibile risalire a data e importi dell’assegno previdenziale. Nell’attuale situazione di incertezza e confusione del sistema pensionistico, poter usufruire di un simile servizio è di grande utilità per i cittadini.

Calcolare la pensione, anche quando se ne conoscono bene i criteri e le regole, non è qualcosa di semplice. Se poi le proposte del Governo sul sistema pensionistico continuano a cambiare e susseguirsi quasi senza tregua, andare in confusione diventa quasi inevitabile. Il tempo di Quota 100 è già vicino alla fine: la sua sperimentazione finirà nel 2021 e si parla già di nuove riforme previdenziali come Quota 41 e Quota 102. Per non sbagliare i calcoli e individuare correttamente l’importo della pensione, è meglio rivolgersi al servizio dell’INPS.

Come funziona il simulatore della pensione dell’INPS

I tre parametri che il simulatore dell’INPS prende in considerazione sono tre: età, storia lavorativa e retribuzione/reddito. Grazie a questi dati, di cui l’Istituto già dispone, in pochi minuti potrete sapere cosa vi aspetta alla fine della vostra carriera lavorativa. L’utilità del servizio non finisce qui: tramite “La mia pensione futura” è anche possibile controllare la propria posizione contributiva, controllando che tutto sia stato versato correttamente nei periodi di impiego. Per poter accedere alle funzionalità del simulatore della pensione è necessario essere in possesso del PIN dell’Inps oppure dello SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here