In Veneto si punta sulla formazione degli over 50: sono 40 i corsi dedicati ai silver

Sono quaranta i corsi di formazione gratuiti organizzati nel padovano e nel vicentino riservati ai lavoratori dipendenti appartenenti alla categoria degli over 50. A organizzarli Niuko Innovation & Knowledge, uno dei più grandi poli confindustriale di formazione che desidera sostenere il reskilling dei lavoratori che hanno superato la soglia dei 50 anni.

I corsi in questione sono stati organizzati in seguito all’indagine realizzata da Deloitte, Voice of the Workforce in Europe (di cui avevamo parlato in un precedente articolo) secondo la quale è emerso che i lavoratori dipendenti italiani appartenenti alla categoria dei silver, sono più disponibili a effettuare un upgrade delle proprie competenze lavorative rispetto ai propri colleghi europei. I dati raccolti dall’indagine Voice of the Workforce in Europe ha evidenziato come il 67% degli over 50 italiani intervistati sia convinto che per continuare a essere competitivi sul lavoro sia necessaria una formazione continua, soprattutto per apprendere meglio le evoluzioni tecnologiche che oggi, più che mai, condizionano e mutano il mercato del lavoro.

«Le competenze richieste dal mondo del lavoro – ha spiegato Marina Pezzoli, amministratore delegato di Niuko Innovation & Knowledge in una recente intervista – stanno cambiando con una rapidità mai conosciuta sin d’ora, e la formazione è una strada obbligata sia per chi muove i primi passi nel mondo del lavoro, sia per chi ha già una lunga esperienza, e non si può ritenere esentato dall’aggiornamento continuo solo perché in passato ha acquisito le competenze che gli hanno permesso di intraprendere una carriera lavorativa».

I corsi pensati da Niuko Innovation & Knowledge sono inseriti nel percorso (N)ever (S)top learning pensato appositamente per chi lavora, tanto che i corsi sono organizzati fuori dall’orario di ufficio, nella fasce serali o al sabato. La proposta formativa tocca diversi aspetti dell’odierno mercato del lavoro, si va dalle competenze trasversali, le cosiddette soft skill, alle competenze digitali e linguistiche.

La formazione continua sembra così la strada più redditizia da intraprendere per i lavoratori over 50 ancora attivi nel mercato del lavoro, ma non solo; rinnovare le proprie conoscenze e implementare il proprio know how sembra essere ancora più importante per gli over 50 rimasti disoccupati in seguito ai licenziamenti effettuati dalle tante aziende in stato di crisi. Diversi enti di formazione hanno puntato sulla formazione di questa tipologia di lavoratori, proponendo corsi per infondere nei partecipanti nuove competenze, spesso in ambito digital, e riconvertendo quelle figure professionali, ormai obsolete nell’attuale mercato del lavoro, in figure maggiormente spendibili e appetibili alle aziende operanti in diversi settori produttivi.

Andrea Carozzi

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here