In casa con i nostri pets ai tempi del coronavirus

Foto Shutterstock

Per molti senior gli animali domestici rappresentano dei veri e propri membri della famiglia, soprattutto dopo che i figli hanno abbandonato il nido familiare per costruirsene uno loro.
Non sorprende, infatti, che un’indagine del 2017 di Federanziani abbia sottolineato come il 39% della popolazione italiana over 65 possiede un animale domestico. Questo fenomeno definito come pet therapy per senior migliora nettamente le condizioni di vita degli appartenenti alla silver age. La relazione con un animale, infatti, stimola il benessere psicologico e promuove il movimento fisico.

Purtroppo in questo momento di emergenza sanitaria anche portare fuori il cane può essere considerata un’avventura. Soprattutto perché non siamo abituati a provvedimenti in grado di limitare gli spostamenti quotidiani. Una cosa è certa, non “usiamo” i nostri amici a 4 zampe come pretesto per uscire di casa oltre il necessario. Arriverà il tempo per fare lunghe passeggiate all’aria aperta con i nostri cani. Vediamo le regole da seguire per garantire il benessere degli animali domestici senza mettere a repentaglio la nostra salute.

Gli animali domestici non possono essere infettati
Come prima cosa è bene sottolineare che sia i cani che i gatti non possono essere infettati dal covid-19.  Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, infatti, “Al momento non esistono prove che dimostrino che animali come cani o gatti possano essere infettati dal SARS-CoV-2, né che possano essere una fonte di infezione per l’uomo”.

Come comportarsi durante le uscite
È ovvio, però, che chi ha un cane è “obbligato” a portarlo fuori. E così come igienizziamo le nostre mani lavandole una volta tornati a casa, è possibile “sanificare” il pelo del nostro cane passandoci sopra un panno con un po’ di acqua e alcol da passare successivamente anche sulle sue zampe.

Per i gatti domestici il discorso è diverso perché di solito restano all’interno della casa e non vengono a contatto con l’ambiente esterno. Chi, invece, possiede un gatto che durante il giorno esce all’aria aperta dovrà seguire la stessa procedura adottata dai padroni dei cani, tenendo conto del fatto che i felini si lavano già in autonomia.

Il consiglio finale è quello di godersi appieno la compagnia del nostro animale domestico che in questo momento di isolamento forzato risulta essere ancora più preziosa.

Andrea Carozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here