Il turismo over 50: il punto di vista delle associazioni

Durante il seminario Il Turismo dei Senior Over 50 – Situazione attuale e prospettive di sviluppo, importanti associazioni hanno portato il loro punto di vista sul tema del turismo legato al target senior. Interessante l’intervento di Giovanni Pibiri , Presidente Auser Piemonte: “Quando ci rivolgiamo alle persone diversamente giovani non dobbiamo pensare di fare tu telaggio. In realtà sono persone capaci di muoversi anche da soli, ma in molti casi scelgono di viaggiare in gruppo per partecipare in modo collettivo a una vita che non si vuole vivere in solitudine. I tour operator, quando pensano ai viaggi per anziani, propongono viaggi in bassa stagione. Questo può essere un vantaggio a livello economico, ma non è possibile che, a fronte di un costo minore, si abbiano servizi peggiori. Dal cibo, all’alloggio, agli orari, ai trasporti, non è possibile avere stanze o appartamenti di livello inferiore, cenare dalle sette alle sette e mezza con un brodino, o muoversi velocemente da un luogo all’altro per stare nei tempi decisi precedentemente”.

Paolo Osiride Ferrero, Presidente Cpd – Onlus, porta avanti il progetto Turismabile che intende studiare un’offerta turistiche per disabili motori, intellettivi o sensoriali, ma anche quelle categorie di turisti che presentino necessità particolari: persone con intolleranze alimentari, con allergie, anziani e anche, perché no, donne incinte. Ad oggi Turismabile ha a disposizione 800 schede di cui 350 riguardanti strutture ricettive accessibili. “Se andiamo a studiare un itinerario turistico accessibile – precisa Ferrero- ci renderemo conto che cercheremo soluzioni che accontenterebbero qualsiasi turista: comodità, qualità e accoglienza. Se pensiamo a un albergo per la vacanza, tutti noi penseremo a una struttura che non presenti scale, con una toilette comoda, e magari vorremmo arrivare in stanza senza alzare il trolley, la carrozzina di una persona anziana o il passeggino di una mamma. Noi come associazione ci stiamo accorgendo che gli albergatori si stanno adeguando e stanno cercando di differenziare le varie caratteristiche dell’offerta per venire incontro a tutte le esigenze”.

“Gli over 50 che viaggiano con noi – precisa Luca Lisco, Segretario Regionale 50&Più – sono curiosi, richiedono benefit particolari e pretendono chiarezza e trasparenza. Inoltre, approfittano della vacanza per dedicarsi con più assiduità alle proprie passioni. Non sono necessariamente attirati dallo sconto, quanto dai servizi e dalla qualità dell’offerta”.

c.p.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here