Igiene intima: i consigli per stare bene

Avere cura delle proprie parti intime, partendo da una corretta igiene, è fondamentale per evitare l’insorgere di patologie più o meno gravi e fastidi che compromettono il nostro benessere. Ecco alcuni semplici accorgimenti, validi per uomini e donne di ogni età.

Lavarsi sì, ma non troppo spesso

Lavare eccessivamente le nostre parti intime è controproducente per la nostra ecoflora batterica che ci aiuta a proteggere i genitali preservandoli da “attacchi” esterni. Meglio quindi non superare un lavaggio giornaliero. Nel caso fosse necessario, usare solo acqua.

Scegliere il detergente con il giusto Ph

Scegliere il detergente corretto è fondamentale per il nostro benessere intimo. Il sapone deve rispettare il Ph, che cambia a seconda dell’età. Passati i 50 anni, come sottolineano i ginecologi, il Ph deve essere neutro, per adattarsi alla maggiore sensibilità delle parti intime. Inoltre, meglio evitare i detergenti troppo profumati (generalmente sono ricchi di sostanze chimiche fortemente allergizzanti, che ledono i microbi “buoni” della mucosa e non fanno altro che coprire eventuali cattivi odori) o che creano troppa schiuma, lesiva per la mucosa genitale dopo la menopausa.

Asciugarsi bene

L’umidità favorisce lo sviluppo dei batteri: terminato il lavaggio, occorre quindi asciugarsi molto bene. Allo stesso modo, è meglio cambiare spesso gli asciugamani intimi, proprio per evitare che l’umidità faccia proliferare microbi, che poi possono trasmettersi la volta successiva.

Usare l’intimo giusto

Anche la scelta dell’intimo è importante per mantenere sani i nostri genitali, a partire dal materiale: il cotone è il tessuto migliore. Sono preferibili mutande bianche (sicuramente meno trattate di quelle colorate), da cambiare almeno una volta al giorno.

Limitare i salvaslip

Molte donne tendono a usare i salvaslip per periodi molto lunghi, anche diversi giorni consecutivi al mese. Meglio evitare, perché la cute e la mucosa tendono a sensibilizzarsi e quindi a essere più esposte a infezioni batteriche. In caso di utilizzo di assorbenti per il ciclo mestruale, meglio scegliere i 100% cotone e cambiarli molto spesso per evitare, anche in questo caso, il proliferare di batteri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here