Ideas4ears, giovani inventori aiutano le persone con problemi di udito

Si chiama Federico Malagnino, ha 10 anni, è di Firenze ed è uno dei piccoli vincitori del concorso internazionale “Ideas4ears children’s invention contest”. Il concorso, giunto alla terza edizione, è organizzato da Med-El, azienda leader di mercato per i sistemi uditivi impiantabili. L’iniziativa mira a sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo alla perdita dell’udito. Per farlo, coinvolge i bambini dai 6 ai 12 anni nell’ideazione di sistemi per migliorare la qualità della vita delle persone con ipoacusia. I piccoli inventori vengono da tutto il mondo.

L’invenzione di Federico

Federico utilizza un impianto cocleare. Per Ideas4ears ha ideato un sistema di cuffie con banda sonora che trasmette il suono e permette all’audio processore dell’impianto di catturarlo. Le cuffie sono costituite da due altoparlanti collegati dalla banda sonora vicino al microfono. Grazie ad esse è possibile ascoltare i suoni e restare connessi con i rumori esterni. L’idea viene dal mondo dei videogiochi, che Federico ama molto e con i quali è solito passare il tempo insieme agli amici.

Gli altri partecipanti e il premio

Per l’edizione 2020, hanno partecipato al concorso di Med-El 215 bambini, provenienti da 28 paesi diversi. Le idee presentate sono state 171. Ma tra tutte sono state scelte solo le idee di 13 giovani inventori. Il premio? A giugno, i vincitori voleranno in Austria e avranno l’occasione di visitare ad Innsbruck la sede centrale di Med-El. Qui, potranno non solo scoprire le bellezze della città ma soprattutto incontrare gli scienziati e gli ingegneri che stanno dietro alle numerose invenzioni di MED-EL.

Da dove nasce Ideas4ears

Ogni nascono in Italia circa 2.000 bambini affetti da sordità infantile. Le sordità congenite o perinatali costituisco circa l’80% dei casi. Il restante 20% è costituito da sordità acquisita nei primi tre anni di vita. Ideas4ears è un contest che celebra la creatività e l’inventiva dei bambini. Tutta la famiglia, però, viene coinvolta in un’attività che sensibilizza sulla perdita dell’udito e sui benefici dei trattamenti.

L’ideatore del concorso è Geoffrey Ball, che conosce in prima persona i problemi legati alla sordità infantile. Dopo aver perso l’udito da bambino, ha elaborato il sistema Vibrant Soundbridge, un rivoluzionario impianto dell’orecchio, per superare la propria perdita uditiva. All’interno del contest, il suo difficile ruolo è stato quello di selezionare le migliori idee e i giovani inventori più brillanti.

Sono cresciuto io stesso con la sordità, per cui so quanto i bambini ipoudenti vogliano inserirsi, non sentirsi “diversi” e soprattutto essere accettati. Il concorso ideas4ears dà voce ai bambini sordi e li incoraggia a usare le proprie esperienze per aiutare altre persone che soffrono di perdita dell’udito“, ha dichiarato Geoffrey Ball.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here