hunova, predire il rischio di caduta in soli venti minuti

In un’Italia sempre più longeva, l’innovazione in campo medico diventa una priorità inderogabile, per investire sulla salute dei senior di oggi e di domani. Quali meravigliose innovazioni possono venire dalle più recenti tecnologie? Al Silver Economy Forum, la cui terza edizione si terrà il 5-6-7 novembre prossimi, si parlerà proprio di silver care e nuove tecnologie. Per anticiparvi qualcosa, abbiamo intervistato Simone Ungaro, amministratore delegato di Movendo Technology, che parteciperà al Forum. La medical company d’avanguardia, che si occupa di robotica e riabilitazione, ha sviluppato hunova, un robot che, fra le altre cose, aiuta a predire il rischio di caduta.

In che modo i sistemi robotici possono rivoluzionare il settore dell’healthcare?

La robotica in questo momento sta già rivoluzionando il mondo della salute. Oltre al nostro caso, nel campo della riabilitazione, ci sono molteplici applicazioni. La prima a fare i primi passi nell’healthcare è stata sicuramente la robotica chirurgica.  Qual è il valore aggiunto dei chirurghi robot che aiutano a fare gli interventi? Il vantaggio della robotica è innanzitutto l’accuratezza e la precisione di un robot, che, ricordiamo, non va a sostituire la creatività umana, ma la va ad aiutare.

Un po’ come è successo nei sistemi di navigazione di aerei. Un aereo di oggi ha un sistema molto più complesso di quello che esisteva negli anni ’70: evita le turbolenze, dà la possibilità ai piloti di accedere a molte più informazioni, semplifica la navigazione. La stessa cosa succede nel campo della salute.

Il robot aiuta lo specialista. Nel nostro ambito riesce a misurare in maniera più puntuale il funzionamento dell’apparato muscolo-scheletrico. In base a questo è possibile intervenire in maniera molto più personalizzata. Permette di oggettivizzare qual è lo stato dell’arte e calibrare sul paziente il percorso riabilitativo. In più, riesce, grazie all’intelligenza artificiale, a dare indicazioni predittive: letteralmente prevede il rischio di patologia in maniera più puntuale. Supporta, perciò, e potenzia l’intelligenza umana. Con ottimi risultati.

hunova, sviluppato da Movendo, è un sistema robotico che innova i percorsi di riabilitazione: come funziona?

silver index - hunovahunova è una parola che mi sono inventato a partire da tre termini. Human, umano, perché è una tecnologia fatta da uomini per uomini. Unique, unico, perché è a tutti gli effetti una tecnologia unica nel suo genere a livello mondiale. Infine, innovative, innovativo.

hunova è un robot, composto di due parti, che colloquiano con il nostro corpo. Lo fanno attraverso una seduta e una pedana, su cui si sta in piedi in carico mono o bipodalico. Questi robot interagiscono con il nostro corpo e le sue parti – bacino, tronco, caviglia, ginocchio – e le mobilizzano. Così misurano lo stato dell’arte del nostro fisico. In base a questi dati interveniamo con dei protocolli, che abbiamo sviluppato nel corso di dieci anni, che intervengono mobilizzando le varie parti del corpo.

hunova riabilita così il paziente, sotto supervisione del clinico, attraverso degli esercizi che replicano quello che succede nella riabilitazione manuale. Solo che in questo caso avviene in maniera più puntuale e misurata. Sappiamo benissimo qual è la condizione del fisico, prima e dopo e durante il trattamento.

Per quanto riguarda l’ambito geriatrico, in che modo hunova scongiura il rischio di caduta nell’anziano?

La caduta è la prima causa di disabilità a livello mondiale per gli over 65 e spesso è anche causa di morte, immediata oppure a seguito di complicanze. Si tratta di un problema molto sentito, soprattutto in una società longeva come quella italiana.

Per sviluppare un progetto in merito, abbiamo lavorato a stretto contatto con il Professor Alberto Pilotto che è il responsabile di Geriatria all’Ospedale Galliera di Genova e un grandissimo esperto di fragilità. Quando eravamo ancora in fase embrionale con la nostra tecnologia abbiamo sviluppato un progetto insieme. Abbiamo così studiato i pazienti che avevano già avuto un’esperienza di una caduta per capire quali erano gli elementi sottostanti alla caduta. Abbiamo isolato, tra migliaia e migliaia, circa 130 parametri che oggi fanno parte dell’algoritmo silver index.

Cosa succede in estrema sintesi con hunova a livello di prevenzione del rischio di caduta? Il paziente sale sulla nostra macchina e parte il test, della durata di venti minuti. Attraverso una serie di veri e propri giochi interattivi il paziente è stimolato a muoversi. La macchina nel mentre misura i 130 parametri del silver index. Si potrebbe dire che questi parametri racchiudono il cuore dell’analisi diagnostica predittiva che riesce a determinare qual è il rischio di caduta. Il risultato è comunicato con un colore e un punteggio da 1 a 100, che indica la probabilità di caduta nell’anno successivo al test appena fatto. Successivamente, viene dato un piano personalizzato di prevenzione, da fare con la macchina, ma non solo, anche a casa con degli esercizi. Quindi, con hunova in venti minuti abbiamo una predizione e una strategia di prevenzione molto puntuale e mirata. A misura del paziente.

Micol Burighel

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here