GVM Care &Research: la tecnologia a misura del paziente

In tempi come quelli che stiamo vivendo, parlare di sanità e prevenzione è importante quanto mai. Proprio la prevenzione sarà il tema portante del Silver Economy Forum, che si terrà dal 5 al 7 novembre in veste digitale. In anticipazione dell’evento, abbiamo intervistato il Dott. Sandro Mazzantini, Amministratore Delegato di ICLAS – Istituto Clinico Ligure di Alta Specialità di Rapallo, che fa parte di GVM Care&Research. Ci ha parlato di prevenzione, tecnologia, umanizzazione delle cure e tanto altro.

GVM Care & Research è un gruppo ospedaliero presente in 10 regioni italiane. Quali sono le eccellenze che vi distinguono? 

Centralità del paziente, costante ricerca, elevati standard di competenza e professionalità e l’impiego di tecnologie diagnostiche e chirurgiche all’avanguardia fanno degli Ospedali di GVM Care & Research un punto di riferimento della sanità italiana. Le 28 strutture di Alta Specialità e Polispecialistiche presenti sul territorio nazionale, la maggior parte delle quali accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale, sono organizzate in una rete integrata che consente una continuità di cura trasversale.

Gli Ospedali del Gruppo si distinguono in particolare per alcuni ambiti specialistici, come la Cardiochirurgia e l’Elettrofisiologia, per i quali le strutture GVM Care & Research sono riconosciute a livello internazionale, la Neurochirurgia e l’Ortopedia, con un’attenzione particolare alle problematiche legate al trattamento del piede diabetico, grazie al connubio tra tecnologie di ultima generazione ed elevate competenze dei professionisti.

Quali sono i principi da cui vi fate guidare?

Il Gruppo si caratterizza per una spiccata attenzione all’umanizzazione delle cure, un processo in cui il paziente è al centro di un percorso assistenziale quanto più possibile personalizzato, integrato e multidisciplinare. Il suo benessere è elemento fondamentale all’interno del percorso di cura, e il capitale umano, che opera a tutti i livelli negli Ospedali GVM con dedizione, competenza e professionalità, concorre a questo obiettivo.

La centralità del paziente è il principio guida di tutta l’attività di GVM Care & Research e permette di tracciare la nuova rotta della medicina grazie a soluzioni diagnostiche sempre più precise ed evolute, ad approcci terapeutici e chirurgici mininvasivi, all’utilizzo della chirurgia da remoto, fino ad arrivare all’impiego delle videovisite, utili per garantire continuità assistenziale in qualunque situazione, anche in caso di ridotta accessibilità fisica come può capitare sempre più di frequente con l’avanzare dell’età.

Quanto contano per voi le nuove tecnologie?

La tecnologia deve essere “a misura di paziente”: oggi la sfida è infatti bilanciare l’attenzione agli investimenti in innovazione, ricerca e tecnologia, con l’importanza della relazione con il paziente.

Le componenti tecnologiche, diagnostiche e chirurgiche al servizio delle capacità e sensibilità dei professionisti possono fare la differenza nel percorso di cura del paziente perché consentono di lavorare in condizioni di mininvasività, con tempi di recupero post operatori più brevi, personalizzare le risposte terapeutiche, ridurre i tempi di diagnosi e i margini di errore e rendere più efficace la prevenzione.

All’interno della rete integrata di ospedali GVM Care & Research sono disponibili strumenti diagnostici all’avanguardia, che offrono risultati di imaging ad alta definizione e consentono di ottenere diagnosi rapide, riducendo al contempo i margini di errore. Tra questi vi sono TC, Risonanze Magnetiche e strumentazioni di ultima generazione.

Per quanto riguarda la tecnologia in sala operatoria, l’ingresso della robotica in ambito chirurgico apporta benefici non solo per il paziente, in termini di minor invasività, minor ricorso a trasfusioni di sangue e tempi di recupero post operatori più brevi, ma anche per il chirurgo che può così operare in condizioni di maggiore comfort, grazie ad alcuni strumenti tecnologici che ottimizzano il suo lavoro. GVM Care & Research dispone di un robot da Vinci per l’Urologia, un robot Navio per l’Ortopedia ma anche di Gamma Knife per il trattamento Neurochirurgico dei tumori e di molte altre tecnologie per la chirurgia mininvasiva (come il Visera 4K) e in ambito Cuore (come ad esempio i mini pacemaker senza fili).

Avete dei servizi pensati appositamente per i senior? 

Da sempre gli Ospedali di GVM si impegnano a promuovere e diffondere la cultura della prevenzione come componente fondamentale nella salvaguardia della propria salute e della qualità della vita. Per questo, diverse strutture propongono percorsi di Check Up personalizzabili dedicati in particolare a chi ha più di 50 anni, età in cui diventa fondamentale conoscere i fattori di rischio e seguire uno stile di vita corretto per limitare l’insorgenza delle patologie più comuni. Percorsi multidisciplinari e personalizzabili sulla base delle specifiche esigenze.

La cura dei pazienti più anziani continua con GVM Geriatric Care, la divisione del Gruppo nata per rispondere alla crescente richiesta di servizi socio-assistenziali diversificati, dedicati alle persone più anziane. La divisione gestisce sia Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) sia Residenze Assistenziali (RA) che, condividendo l’approccio del Gruppo, curano ogni dettaglio per soddisfare con sensibilità e professionalità le esigenze di salute, benessere e socialità di ciascun ospite, in base al suo grado di autonomia.

In particolare, tutte le strutture assistenziali pongono la massima attenzione alla salute degli ospiti, avvalendosi di Specialisti che lavorano in modo integrato nella rete degli Ospedali e Poliambulatori di GVM Care & Research.

Parliamo dell’Istituto Clinico Ligure di Alta Specialità: quali sono i suoi campi di specializzazione?

ICLAS (Istituto Clinico Ligure di Alta Specialità) è una struttura ospedaliera accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale e orientata all’Alta Specialità, con particolare attenzione all’ambito cardiovascolare con la Cardiochirurgia e la Cardiologia. Il cuore è al centro del Programma GUCH – Grown Up Congenital Heart diseases: un percorso multidisciplinare dedicato a giovani pazienti, ma ormai adulti, nati con cardiopatie e malformazioni cardiache congenite talora già corrette chirurgicamente nel passato.

Ortopedia, Trattamento del Piede diabetico percorso obesità, completano le altre attività di Alta Specialità che contraddistinguono la struttura. Da ricordare anche il Centro di cura della grave obesità (intervista in apertura di articolo alla Dottoressa Paola Genovese, ndr), che propone un percorso individuale e personalizzato, strutturato in modo da avviare al trattamento chi desidera intraprendere un programma finalizzato al dimagrimento, alla rieducazione alimentare e al recupero del benessere psicofisico.

Micol Burighel

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here