Glassense, gli occhiali per ascoltare meglio che uniscono tecnologia e design

Se in una sala rumorosa fate fatica a capire cosa dicono i vostri interlocutori, tutto quello che dovete fare è infilarvi gli occhiali. Ma non un paio qualsiasi: parliamo di Glassense, l’occhiale sviluppato da Acoesis che aiuta ad ascoltare meglio. L’azienda parteciperà alla terza edizione del Silver Economy Forum il 5-6-7 novembre. In anteprima, Luca Brayda, fondatore e CEO di Acoesis, ci parla del dispositivo che hanno ideato.

Glassense è un dispositivo che aiuta le persone ad ascoltare meglio ma, inaspettatamente, ha la forma di un occhiale: come funziona? 

Glassense di AcoesisHa detto bene: Glassense è un paio di occhiali che serve per ascoltare! Il funzionamento è semplice: basta indossare Glassense, inserire le cuffiette e rivolgersi verso la persona che ci interessa ascoltare. Lo speciale algoritmo a bordo dell’occhiale metterà a fuoco solo la voce di quella persona. Tutte le altre fonti sonore circostanti risulteranno ’sfocate’ e quindi sarà possibile sostenere una conversazione con molto meno sforzo, specie se si è circondati da rumore. Non è un apparecchio acustico perchè Glassense non corregge l’udito, ma filtra i suoni in basa alla loro direzione di provenienza.

Perché avete pensato proprio a un occhiale? 

Per due motivi: primo, perchè è un oggetto posto sul viso, che è la parte del corpo che naturalmente rivolgiamo alla persona con la quale intendiamo parlare. Secondo, l’occhiale è un oggetto dove la tecnologia incontra il design, per il quali in Italia siamo famosi: Glassense sarà anche personalizzabile esteticamente.

Qual è l’identikit della persona che potrebbe avere bisogno di Glassense?

E’ la persona attiva socialmente, che ha a cuore le relazioni personali e non intende rinunciarvi a causa di fattori ambientali ostili, come lo è l’inquinamento acustico, o per problemi di udito lievi.

L’acquirente di Glassense tiene in alto conto la qualità della vita e desidera vivere in armonia con i suoni circostanti, imparando e scegliendo quelli che effettivamente servono. Uno fra tutti, la voce dei propri cari.

Per chi è particolarmente raccomandato Glassense?

Per tutti coloro che amano coltivare relazioni in un ambito lavorativo dinamico (riunioni, incontri orientati al business), oppure per strada in un ambito cittadino, ma anche in ambito personale: al bar, al ristorante, nelle riunioni familiari. Inoltre, per tutti coloro che avvertono il disagio di capire la parola di qualcuno che indossa una mascherina: Glassense permette di mettere a fuoco la voce anche ‘oltrepassando’ la mascherina. Quando non possiamo vedere le labbra della persona di fronte a noi, potere contare su una qualità sonora superiore aiuta moltissimo.

A che punto siete?

In questa fase stiamo avviando le prove e siamo in cerca di persone curiose di provare l’occhiale nella vita di tutti i giorni. Chiunque volesse garantirsi la prova gratuita, può farlo contattandoci su www.glassense.com.

Micol Burighel 

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here