fbpx

Francesco Zonin: “Il vino è la storia di generazioni”

A Vinitaly 2013 abbiamo incontrato Francesco Zonin, della Casa Vinicola Zonin (www.casavinicolazonin.it), che ha raccontato ai nostri microfoni quanto sia importante la cultura del passato nella produzione del vino.

Francesco, conta molto nella cultura del vino la “generazione”?

Conta moltissimo: noi veniamo da generazioni e speriamo di portare avanti questa cultura in generazioni. Dietro una bottiglia di vino c’è una filosofia che viene tramandata da millenni nel passato e spero vada almeno per qualche secolo nel futuro.

Non dobbiamo dimenticarci che il futuro del vino italiano è dato dal passato del vino italiano. Quello che noi stiamo facendo adesso è opera di quello che hanno fatto i nostri genitori e i nostri nonni. Credo che l’evoluzione del nostro lavoro e del nostro mondo dipenda da quello che le generazioni attuali riescono a prendere dal passato e a trasmettere nel futuro.

Gli stranieri apprezzano queste storie di passaggi generazionali?

Noi nel vino parliamo di storie vecchie di cento, duecento, trecento anni. Quando ci confrontiamo con gli  americani, per esempio, e parliamo di inizio novecento sembra che stiamo citando cose incredibili. In Italia spesso diamo per scontato quanto sia importante la nostra storia perché per noi il ‘400-500 è di casa e Leonardo è uno di noi.

Lascerà questa storia ai suoi figli?

Spero di far quello che ha fatto mio padre: lasciare massima libertà, nella speranza che continuino sulla mia stessa strada.

La Direttrice, Daniela Boccadoro Ameri

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!