Mai come nell’ultimo anno di pandemia abbiamo capito quanto sia importante prendersi cura della propria salute, soprattutto in ottica preventiva. Sapere a chi rivolgersi per il proprio benessere, sapere che una struttura è particolarmente attenta a determinate aree terapeutiche ci permette di orientarci nel mare magnum della sanità e prendere la decisione più consapevole.

Francesca Merzagora, Presidente Fondazione Onda
Francesca Merzagora, Presidente Fondazione Onda

Questo è l’obiettivo di Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere nato nel 2005, che con i suoi riconoscimenti segnala gli ospedali che offrono servizi in ottica di genere e che sono particolarmente attenti alla salute femminile. Ma non solo: con i Bollini RosaArgento dà indicazioni anche su case di riposo e RSA (Residenze Sanitarie Assistenziali). Ne abbiamo parlato con Francesca Merzagora, fondatrice e Presidente della Fondazione.

Fondazione Onda è l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere. A che punto siamo in questo campo in Italia?

“Il nostro Paese è all’avanguardia rispetto ad altri Paesi europei, perché non solo abbiamo una legge sulla medicina di genere, ma anche un piano di attuazione. La nostra Fondazione nasce ormai 15 anni fa proprio con l’obiettivo di promuovere la medicina di genere. La medicina di genere non è un ramo particolare della medicina ma un approccio culturale che tiene conto non solo delle caratteristiche biologiche di ogni singolo individuo ma anche di quelle ad esempio economiche, oppure dell’ambiente. Oggi si è fatto un ulteriore passo avanti e non si parla più semplicemente di medicina di genere ma di medicina di genere-specifica perché tanto più l’approccio è personalizzato, tanto più gli aspetti di diagnosi e di cura possono essere più efficaci.

Logo Fondazione Onda

Tanto è vero che Fondazione Onda ha inventato i Bollini Rosa, un riconoscimento per gli ospedali che si dimostrano particolarmente attenti alla salute femminile. Quali sono i criteri per ottenerli e quanti sono gli ospedali che attualmente sono coinvolti? 

I Bollini Rosa nascono 10 anni fa con l’obiettivo di segnalare all’utenza femminile quelle strutture che tengano maggiormente in considerazione le caratteristiche delle donne ricoverate. I Bollini Rosa in Italia sono 335 e coprono tutte le Regioni italiane. Per poter diventare un ospedale con Bollini Rosa, ognuno compila un questionario che riguarda molteplici aree terapeutiche a maggior impatto epidemiologico femminile. Quello che viene considerato come elemento premiante è l’esistenza di percorsi diagnostico-terapeutici tarati sul genere femminile.

I Bollini Rosa di Fondazione OndaQuello che è interessante è che con questo circuito di ospedali – che si rinnova quest’anno, il 9 marzo si apre il bando – vengono organizzate giornate a porte aperte riservate all’utenza femminile dove vengono erogati servizi gratuiti alla popolazione. Ad esempio, il 10 ottobre c’è stata la giornata mondiale sulla salute mentale. In aprile in occasione della giornata dedicata alla salute della donna viene organizzata una settimana di servizi. Questo consente alla popolazione femminile di essere sensibilizzata sulle patologie che la riguardano maggiormente. L’utenza sul sito dedicato riesce ad esprimere il proprio parere sui servizi ottenuti e questo permette a Fondazione Onda di interagire con le direzioni delle strutture.

Oltre al circuito dei Bollini Rosa, avete ideato anche i Bollini RosaArgento…

Bollini RosaArgento di Fondazione OndaI Bollini RosaArgento sono una iniziativa che riguarda le strutture sanitarie e assistenziali, le famose RSA e Case di Riposo. In questo caso le strutture sono segnalate e premiate soprattutto guardando al tema dell’umanizzazione delle cure. Siamo partiti da un presupposto: la popolazione italiana sta invecchiando, dopo il Giappone siamo il secondo Paese più longevo al mondo. La tipologia della struttura familiare è molto cambiata rispetto al passato e molte volte accudire l’anziano non autosufficiente diventa ancora più difficile. Spesso decidere di ricoverare un nonno o un genitore è un momento difficile e drammatico. Sapere che ci sono strutture che hanno un’attenzione particolare nei confronti degli ospiti aiuta in questa decisione. Con i Bollini RosaArgento vogliamo proprio fare questo, dare dell’informazioni che speriamo possano essere utili alle famiglie.

La pandemia con le sue difficoltà e le sue sfide ci ha portato a fare molti ragionamenti e riflessioni, soprattutto per quanto riguarda la salute. Come pensa che sia possibile tutelare al meglio la salute dei senior, perché sia possibile non solo vivere a lungo ma anche meglio? 

Mi piace ricordare per rispondere a questa domanda il professor Carlo Vergani, un grande geriatra che è stato il precursore dell’invecchiamento in salute. Ci sono vari modi di invecchiare: se una persona mette in atto azioni preventive, adottando stili di vita sani, è più facile che si invecchi bene, in maniera opportuna. Dal nostro punto di osservazione privilegiato, vediamo che gli anziani oggi stanno vivendo un periodo veramente complesso. La pandemia ha inciso soprattutto sui giovanissimi e sugli anziani. Psichiatri e neurologi quando vengono interrogati su come invecchiare in maniera serena danno come suggerimento quello di evitare la solitudine. Il nostro cervello sociale ha bisogno di contatti umani. E questa pandemia ci ha colpito molto in questo senso.

Ci auspichiamo che le vaccinazioni possano davvero prendere un deciso avvio per poter liberare i senior, permettere di incontrarsi. Oggi poter condividere, godere dell’affetto di figli e nipoti, sono tutti momenti sottratti agli anziani. Dobbiamo tener duro, aspettare che finisca questa ondata nella speranza che magari già dall’autunno si possa recuperare un po’ di libertà.

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here