Oggi parliamo di film degli anni 70. Sono passati già cinquant’anni dal 1970 e abbiamo pensato ad una lista di 10 film usciti in quell’anno da rivedere assolutamente, celebrando il mezzo secolo di queste bellissime pellicole.

Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto

films anni 70

Tra i film anni 70 più belli, questa pellicola è uscita proprio all’inizio del decennio. Uno straordinario Gian Maria Volontè, diretto da Elio Petri, interpreta un capo della squadra omicidi appena promosso al ruolo di dirigente dell’ufficio politico della Questura. Dopo avere ucciso l’amante, sicuro di rimanere fuori dalle indagini in virtù del suo ruolo, non si preoccupa di seminare indizi a suo carico. Il film ha vinto il Premio speciale della giuria al Festival di Cannes nel 1970 e il premio Oscar come miglior film straniero nel 1971. Assolutamente da rivedere!

 

Lo chiamavano Trinità

film western anni 70

Film anni 70 vuol dire anche western, nella più classica versione “spaghetti”. Compie 50 anni uno dei più famosi film con Bud Spencer e Terence Hill. Un classico del cinema italiano che è sicuramente apprezzato sia dagli amanti della commedia, sia da quelli del western. Il film ricalca lo stile degli spaghetti western, con Trinità, interpretato da Terence Hill, che impersona un pigro ma abilissimo pistolero, che si ricongiungerà con suo fratello, Bambino (Bud Spencer), un ladro di cavalli di professione ed anche lui infallibile con la pistola, detto anche “la mano sinistra del Diavolo”. I due daranno vita ad una serie di gag divertenti, sparatorie e botte come nella tipica tradizione di una delle coppie meglio assortite del cinema italiano

 

Gli Aristogatti

cartoni anni 70 gatti

Bellissimo film di animazione Disney, Gli Aristogatti è l’ultimo progetto approvato da Walt Disney prima della sua morte nel 1966. Una anziana cantante lirica parigina, senza eredi, decide di dare la sua fortuna alla sua gatta Duchessa ed ai suoi tre cuccioli, Matisse, Minou e Bizet. Il maggiordomo, che sperava di essere designato erede, cercherà in tutti i modi di far sparire i micetti ma con la tipica astuzia felina e l’aiuto del gatto randagio Romeo, invaghitosi di Duchessa, i gatti riusciranno ad avere la meglio. Se siete amanti dei gatti non potete non cogliere l’occasione di rivedere questo splendido e divertente cartone!

 

Zabriskie Point

film cult anni 70

I film degli anni 70 non possono non riflettere lo spirito di quei tempi, la contestazione. La pellicola realizzata da Michelangelo Antonioni è ambientata negli Stati Uniti. A Los Angeles, durante uno scontro tra la polizia e un gruppo di manifestanti, viene ucciso un poliziotto e le accuse di colpevolezza cadono su Mark, un giovane che fuggirà a bordo di un aereo rubato e atterrerà a Zabriskie Point, in una delle zone più basse e sperdute del deserto californiano. Qui incontrerà una segretaria che si sta dirigendo in vacanza a Phoenix, Daria. Tra i due nascerà una struggente storia d’amore, che però non è l’unico spunto del film. Se non lo avete visto, vi invitiamo a riscoprirlo ed a rituffarvi nell’atmosfera degli anni Settanta raccontata da uno dei maestri del cinema del Novecento

 

Il racconto delle due guerre è un tema ricorrente di molti film degli anni Settanta. Non fa eccezione Francesco Rosi, che firma questo bellissimo film drammatico è ambientato nella Grande Guerra. La pellicola, liberamente ispirata al romanzo Un anno sull’altipiano di Emilio Lussu, descrive in maniera impietosa la follia della guerra, con una chiara impronta pacifista. Il film subì diversi attacchi, tanto che il regista venne accusato, e poi assolto in istruttoria, di vilipendio dell’esercito.

 

Patton, generale d’acciaio

film guerra anni 70

Il film è incentrato sulla biografia del generale Patton, uno dei capi dell’esercito americano durante la Seconda guerra mondiale. La pellicola ha vinto sette premi Oscar, tra cui miglior film, miglior regia e miglior attore protagonista. Celebre è la scena iniziale in cui il generale arringa il corpo della Terza Armata dell’esercito statunitense, poi citata in diversi altri film negli anni a venire. Con una durata di quasi tre ore, vi consigliamo di gustare questa pellicola quando avete un po’ di tempo libero!

 

Il giardino dei Finzi Contini

il giardino dei finzi contini

Nel 1970 è uscito anche il film tratto dall’omonimo romanzo di Giorgio Bassani. Il film drammatico porta la regia del grande Vittorio De Sica. La ricca famiglia ebrea ferrarese dei Finzi Contini dopo le leggi razziali è espulsa dal circolo di tennis frequentato. Decidono così di ospitare nel giardino della loro villa, che contiene anche un campo da tennis, dove ricevono molti amici dei figli. Le vicende della famiglia si intrecceranno con gli avvenimenti bellici e le varie vicissitudini che riguarderanno i membri della famiglia, tra amori e disavventure legate alla guerra. Ci sono alcune differenze nella narrazione e nella trama rispetto al romanzo ma rimane comunque un film da guardare.

 

Il conformista

il conformista

Il conformista è un film diretto dal grande Bernardo Bertolucci. Nella Roma del 1938, Marcello, il protagonista interpretato da Jean-Louis Trintignant, è una spia fascista incaricata di uccidere il suo vecchio professore di filosofia, dissidente politico che vive in Francia. Marcello approfitta della sua luna di miele per compiere la sua missione e rimarrà incantato dalla bellezza della moglie del professor Quadri. Il film è un turbinio di intrecci politici e amorosi, nel quale si riconosce la cifra stilistica di Bertolucci, con un sapiente utilizzo di fotografia, montaggio e luci. Tratto dal romanzo omonimo di Moravia, il film rispecchia le grandi tematiche care a Bertolucci: erotismo, politica e la sua amata Parigi. Nel cast anche Stefania Sandrelli, che interpreta Giulia, la moglie di Marcello.

 

Un film anni 70 irriverente: M*A*S*H*

film irriverenti anni 70

M*A*S*H* è un film diretto dal grande regista Robert Altman, una delle più originali pellicole degli anni 70. Il film è una perla di irriverenza e antiretorica, ambientato in un ospedale da campo durante la guerra di Corea dove il personale militare medico si comporta in maniera tutt’altro che professionale tra burle, amori con le infermiere ed insolenza verso i superiori. I tre medici protagonisti vengono poi trasferiti in seguito alle loro intemperanze in altre zone di guerra ma riusciranno a farla franca grazie alla loro scaltrezza e a qualche trucco. Una pellicola da rivedere, che è stata premiata con un Oscar per la migliore sceneggiatura non originale e la palma d’Oro a Cannes. Guardatelo (o riguardatelo!

 

Brancaleone alle crociate

brancaleone alle crociate

Mario Monicelli realizza il seguito del divertentissimo film L’armata Brancaleone. In questo caso il mitico Brancaleone da Norcia è in viaggio per la Terra Santa, alla conquista del Santo Sepolcro. Lui e i suoi seguaci, fedeli a papa Gregorio, sono attaccati dall’antipapa. Rimaste superstiti solo quattro persone, tra cui proprio Brancaleone, egli vuole cancellare il disonore per non essere morto in battaglia invocando direttamente la morte. Quando questa gli appare veramente egli chiede una proroga per poter compiere un’ultima valorosa impresa, che lo porterà a vivere altre divertenti peripezie.

Una bella commedia da guardare per una serata da trascorrere all’insegna delle risate, della leggerezza e dei ricordi dei film degli anni Settanta.

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here