Festa della mamma: le donne vero cuore della famiglia

In occasione della festa della mamma, Panasonic ha diffuso in questi giorni un’interessante ricerca sulle abitudini domestiche degli europei. Dallo studio le donne escono vittoriose, vero fulcro della cura della casa e della famiglia.

La ricerca mostra come le donne Europee trascorrano mediamente 385 giorni della propria vita (quasi tre ore a settimana) svolgendo i lavori di casa. Inoltre, emerge che la donna europea dedica mediamente oltre un’ora in più a settimana per riassestare la casa rispetto all’uomo. La ricerca condotta da Panasonic, in collaborazione con l’agenzia di comunicazione Icm, ha coinvolto cinquemila persone, tra uomini e donne, in cinque Paesi Europei.

Il risultato dello studio è chiaro: la cura della casa richiede tempo e dedizione e, sotto questo punto di vista, le donne italiane vincono la medaglia d’oro, rispetto alle intervistate di Spagna, Francia, Inghilterra e Germania. Alle donne italiane, infatti, va il primato in termini di ore dedicate alle faccende domestiche (oltre tre ore a settimana). I conterranei uomini, per contro, non brillano per operatività e si aggiudicano solo il terzo posto, dopo i più virtuosi spagnoli e tedeschi.

Inoltre, la differenza di apporto domestico tra donne e uomini italiani è la più grande d’Europa. Questa disparità, comunque, emerge soprattutto nelle fasce d’età più mature: dall’indagine risulta che oltre la metà delle over 55 non delega alcuna faccenda domestica al partner, contro il “solo” 38% delle intervistate nella fascia d’età 35-44 anni che si fa carico di tutto. Nonostante questa disparità, il popolo italiano risulta particolarmente attento alla cura della propria casa, secondo solo al popolo spagnolo.

Divertente dettaglio è la classifica stilata dallo studio sulle faccende domestiche meno amate. Ferro da stilo, bucato e cucina sono i mestieri che più di tutti gli uomini europei mal sopportano, le donne, invece, preferiscono delegare al partner principalmente il lavaggio dei piatti e il passaggio dell’aspirapolvere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here