Eurostat: l’Italia è il Paese europeo con più over 80

Secondo lo studio in Italia gli over 80 corrispondono a ben 3 milioni e 977 mila individui, ossia al 6,5% della popolazione totale

Italia Paese di over 80. Questo è quello che emerge da una recente indagine di Eurostat.

Lo studio ha fotografato un Bel Paese in cui la popolazione di ottuagenari corrisponde a ben 3 milioni e 977 mila individui, ossia al 6,5% della popolazione totale. Un dato che risulta superiore alla media dei 28 Paesi UE presi in esame, pari a circa il 5,3%.

Boom della silver age

Stando ai dati dell’ente di statistica comunitaria, in Italia si rileva una crescita sensibile della popolazione più matura rispetto al decennio scorso, segno di come il miglioramento della qualità della vita, unito ai progressi della medicina, stia incrementando la popolazione dei silver. Che, tra l’altro, appaiono sempre più attivi e dinamici.

Altro dato significativo: gli over 80 aumentano di ben 1,6 punti percentuali rispetto al resto d’Europa. Un fenomeno che si può descrivere come un vero e proprio boom della silver age rispetto alle altre fasce di età.

Aspettativa di vita

L’incremento della popolazione silver interessa però tutta Europa, sebbene l’Italia detenga il primato (complice anche i benefici della dieta mediterranea). E se negli altri Paesi dell’Ue l’aspettativa di vita di un ottantenne è di circa 9,5 anni, in Italia questa aumenta di mezzo punto e si attesta a dieci anni pieni.

Il rapporto Eurostat rivela anche quale, tra i due sessi, resiste meglio al passare del tempo: a superare la fatidica soglia degli 80 in Europa sono soprattutto le donne. Due ultraottantenni su 3 sono di sesso femminile, il 64,6%. In Italia la quota è pressoché identica, con il 64,4% di donne tra gli over 80. Scendendo nel dettaglio, per gli uomini la speranza è di arrivare a 88,5 anni, mentre per le donne non è più un miraggio spegnere le 90 candeline in buona salute.

Ultracentenari e longevità

L’analisi sugli ultra ottantenni conferma i dati rilevati da un’altra indagine dell’Istat. Lo studio ha sottolineato come Italia e Francia siano i Paesi europei con il più alto numero di ultracentenari e che ha evidenziato come in dieci anni i centenari italiani siano passati da 11 a 14 mila mentre gli ultracentenari (105 anni) sono più che raddoppiati passando dai 472 del 2009 ai 1.112 del 2019.

Sebbene le ricerche sulla longevità tendano sempre di più a sottolineare che il segreto di lunga vita è legato principalmente a fattori genetici ancora poco chiari, è innegabile che l’aumento delle strutture dedicate alla silver age influisca positivamente sull’allungamento medio della vita.

Le strutture che una volta venivano definite per anziani oggi tendono sempre di più a puntare su di un’assistenza in grado di coinvolgere attivamente i propri ospiti superando l’antica concezione di strutture dormitorio/ricovero dei decenni precedenti.

Andrea Carozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here