Estate: il decalogo anti caldo di Senior Italia FederAnziani

Estate non significa solo mare e vacanze ma anche caldo, solleone, afa. Con l’arrivo di questa stagione, torna a crescere la preoccupazione per le conseguenze del caldo su chi non è più giovanissimo. Senior Italia FederAnziani, per diffondere una cultura della prevenzione sul tema, ha lanciato il decalogo anti caldo. 

Proteggersi con le dovute accortezze

Alla già delicata situazione provocata dall’emergenza coronavirus, con le calde giornate estive si aggiungono nuovi rischi per la salute degli anziani. Le ondate di calore troppo spesso producono conseguenze gravi, ma in gran parte evitabili con le dovute accortezze

L’estate si conferma purtroppo, di anno in anno, una stagione insidiosa  per la categoria dei “nonni”. L’appello di Senior Italia FederAnziani mira a prevenire e mettere in campo tutti gli strumenti che aiutino gli anziani a trascorrere questa stagione in massima serenità. Nasce così il “decalogo anti caldo” di Senior Italia con le regole fondamentali da conoscere e mettere in pratica. Due i nemici principali da affrontare: le ondate di calore, che incidono direttamente sulla salute delle persone fragili, i malati cronici, gli anziani, e la solitudine, che per diverse cause colpisce maggiormente in questa stagione molti over 65. Il Ministero della Salute ha attivato, anche quest’anno, il sistema di rilevazione delle ondate di calore. 

Per quanto riguarda il problema della solitudine, è importante ribadire l’appello a stare il più possibile vicino agli anziani in questo periodo, adottando le adeguate misure di sicurezza. Si rende dunque necessario un doppio livello di misure preventive, utili su entrambi i fronti, caldo e Coronavirus, allo stesso tempo evitando che sia eccessivo l’impatto sul fronte psicosociale.

L’esperienza del Covid-19 ha portato decisamente al centro dell’attenzione pubblica il problema della fragilità degli anziani”, dichiara il Presidente Senior Italia FederAnziani Roberto Messina, “che si sono rivelati, purtroppo, molto vulnerabili rispetto al virus. Ora, è importante che questa esperienza si renda utile per una piena e consapevole tutela della salute nel suo insieme dell’anziano, e cioè che il sistema, uscendo dalla monopolizzazione da parte dell’emergenza, torni ad essere, anche più di prima, orientato alla presa in carico di tutte le fragilità, delle esigenze dei malati cronici, della prevenzione come aspetto fondamentale del sistema salute. E questo, anche a partire da una maggiore consapevolezza proprio dei soggetti più fragili, a cui è importante far giungere anzitutto l’informazione sui comportamenti adeguati da mettere in pratica in una situazione di ulteriore emergenza come quella provocata dalle ondate di calore.”

Il decalogo anti caldo

  1. Non uscire nelle ore più calde della giornata, cioè dalle 12 alle 17. 
  2. Bere almeno un litro e mezzo di liquidi al giorno, in modo da reintegrare le perdite quotidiane di sali minerali. Evitare bevande alcoliche, gassate, troppo zuccherate e troppo fredde. Non eccedere con caffè o tè. 
  3. Consumare pasti leggeri. Preferire pasta, frutta, verdura, gelati alla frutta. No a cibi grassi e piccanti. 
  4. Arieggiare l’ambiente dove si vive, anche con l’uso di un ventilatore, evitando però di esporsi alla ventilazione diretta. 
  5. Tenere il capo riparato dal sole.
  6. Indossare abiti leggeri, non aderenti, di colore chiaro e tessuti naturali perché le fibre sintetiche ostacolano il passaggio dell’aria.
  7. Non esporsi al sole in modo prolungato. Se, in seguito a un’eccessiva esposizione, dovesse insorgere mal di testa, fare impacchi con acqua fresca per abbassare la temperatura corporea.
  8. Non restate all’interno di automobili parcheggiate al sole.
  9. Non interrompere le terapie mediche, né sostituire i farmaci che si assumono abitualmente, di propria iniziativa. Consultare sempre il medico per ogni eventuale modifica delle cure che si stanno seguendo.
  10. Se possibile, è consigliabile andare in vacanza in località collinari o termali. 

E infine, undicesima e non meno essenziale regola. L’esortazione di Senior Italia FederAnziani rivolta ai familiari, amici, figli, nipoti dei nostri insostituibili ‘nonni’: “Non lasciateli soli!”, dichiara il Presidente Messina, “State vicino ai nostri senior, sempre nel rispetto delle regole di sicurezza che si rendono necessarie nel contesto della problematica Covid. Questo invito è valido sempre, ma a maggior ragione in questo periodo dell’anno in cui le condizioni climatiche rendono loro la vita più difficile.(…) Date loro una mano per vivere un’estate serena e assicuratevi che seguano le regole fondamentali del nostro decalogo ‘salva-vita’. Non abbandonateli, perché i nostri anziani sono un patrimonio insostituibile”.

Qui il Decalogo anti caldo completo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here