fbpx

Eosliber, il modo di raccontare storie non sarà più lo stesso

Eosliber

Le storie ci permettono di sognare, ricordare, immaginare, imparare. E se potessero essere raccontate non solo attraverso la carta stampata, ma anche attraverso suoni e video? Eosliber, app nata dall’idea della startup Ripensarte, propone una nuova esperienza di scrittura e lettura, immergendo il lettore in un nuovo modo di raccontare.

L’app per cellulare permette di arricchire la percezione sensoriale di un supporto stampato con contenuti multimediali. Le storie scritte, così, non sono più solo testo e
immagini ma anche audio e video. Un nuovo modo per raccontare storie, ma anche per raccontare se stessi e preservare i propri ricordi.

Una nuova alba per i libri

L’idea di Eosliber è nata a partire da uno studio sui metalinguaggi. Nella società moderna i diversi linguaggi artistici – cinema, musica, belle arti – stanno convergendo in un unico strumento. Nell’era degli smartphone, gli artisti contemporanei creano sempre di più le loro opere con questa unione di linguaggi. Con le nuove tecnologie, poco a poco, si sta creando una nuova forma di esprimersi, multimediale, che include queste diverse tecniche.

L’obiettivo di Eosliber è quello di creare un libro che permetta di ospitare questo nuovo linguaggio, che coniuga analogico e digitale. Da qui nasce il suo nome: Eos (in greco antico: Ἠώς, Eos) è la divinità dell’Aurora nella mitologia greca: inizia un nuovo giorno per i libri.

Eosliber risponde a diverse esigenze: quelle che ruotano attorno alla persona, alla sua necessità di narrarsi, di raccontare e di far fiorire la memoria. Ma anche quelle di quei soggetti che credono nell’alleanza tra cultura e creatività come stimolo per lo sviluppo.

Come funziona Eosliber?

Con Eosliber l’esperienza della lettura è completamente rinnovata e si espande a diverse dimensioni, auditive, tattili, tridimensionali. Il lettore viene immerso in un nuovo modo dinarrare. Così, le pagine di un libro possono essere ideate per interagire con l’app Eosliber, che innesca contenuti audio, video, 3D, 360 gradi.

Con Ripensarte, i ricordi – fotografie, lettere, biglietti di viaggio, cartoline, video, audio, musiche – diventano un libro da leggere, ma anche da guardare, ascoltare e condividere. Il primo passo è capire perché si vuole creare il libro e che cosa si vuole trasmetta. Bisogna organizzare, selezionare e adattare i documenti che saranno usati per comporre il libro.

Questa fase è fondamentale per definire la struttura del libro. Alcune parti della storia verranno infatti raccontate attraverso il testo scritto mentre altre, grazie alla realtà aumentata e/o un monitor, saranno narrate attraverso video e audio. Un altro passo importante é la revisione del testo. Il team di Ripensarte ha pensato anche a questo e può aiutarti a scrivere i testi attraverso interviste.

Una volta in possesso di tutti gli elementi narrativi della storia, il passo successivo è la progettazione delle parti del libro,. Oltre alla parte grafica, composta da testo e immagini, è possibile inserire pop-up, realtà aumentate, che possono essere formate da piccoli audio o video (max. 2 min), musiche, animazioni, 3D, 360 gradi oppure audio video lunghi (max. 30 min). Le diverse parti sono facoltative e personalizzabili.

L’idea è di associare le conoscenze di professionisti e artisti alle idee di chiunque desideri scrivere una storia. Un modo di lavorare che segue la logica del proself: ‘pro’ sta per ‘professionista’, ma anche ‘a favore di’, e ‘self’ significa individuo.

Da dove nasce l’idea? La storia di Giovanna Agostoni

Ma com’è nata l’intuizione dietro a Eosliber? Giovanna Agostoni, fondatrice con la figlia Cecilia della startup Ripensarte, non proviene dal mondo dell’editoria, ma ha messo a fattor comune la sua esperienza dell’industria dell’information technology e delle belle arti per creare qualcosa di diverso ascoltando la figlia antropologa e il genero pittore. La sua voglia di creare e di fare l’hanno spinta a lanciarsi, con loro, in questa nuova avventura. Nel 2019 arriva l’idea, dopo aver verificato la forza comunicativa dei libri realizzati con artisti diversi usando linguaggi differenti raccolti in un unico volume, di valorizzare i contenuti che troviamo in ogni casa, le nostre abitudini e tradizioni.

Eosliber nasce anche per mettere in dubbio i messaggi della società in termini di contrapposizione tra le generazioni. Forte della propria esperienza personale, fondata su una forte collaborazione fra le generazioni, Giovanna Agostoni ha creato Eosliber anche con l’idea di diminuire il divario generazionale che spesso si crea a causa delle difficoltà create della evoluzione tecnologica. La sua convinzione era che fosse necessario creare una cultura generata dall’osmosi fra generazioni. Un nuovo modo di raccontare storie  poteva essere lo strumento ideale. Così sono nati i libri di Eosliber, che rivitalizzano i ricordi e i racconti dei silver dando loro nuova vita. Senza dimenticare le potenzialità del digitale.

Per visitare contattare Eosliber: https://www.eosliber.com/contatti/

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!