fbpx

Emera e il progetto fotografico per i suoi ospiti

La multinazionale francese Emera, specializzata nell’assistenza agli anziani, ha lanciato, nel 2020, un progetto fotografico rivolto ai propri ospiti per coinvolgerli e intrattenerli durante l’emergenza da Covid-19. Il primo premio è stato assegnato alla residenza Consolata di Grugliasco (To).

Momenti di vita, gli scatti nelle rsa ai tempi del Covid-19

Gli anziani ospiti delle residenze assistenziali gestite dal gruppo francese Emera sono stati protagonisti, nei difficili mesi del 2020 segnati dalla pandemia da coronavirus, del concorso fotografico “Momenti di vita”. Sia nei panni di soggetti degli scatti, sia in quelli di artisti.

L’obiettivo dell’iniziativa promossa da Emera è stato quello di coinvolgere gli anziani, costretti alla lontananza forzata dai propri parenti a causa delle limitazioni imposte per contenere il contagio da Covid-19, in un’attività creativa che ne valorizzasse le qualità e i percorsi di vita. Il concorso, lanciato poco prima dell’esplosione della pandemia, è presto diventato un modo per resistere al lockdown, all’impossibilità di incontrare le persone care e proteggere quanto rimaneva della normalità mentre il mondo all’esterno si fermava per limitare la diffusione del coronavirus.

Il concorso di Emera ha coinvolto le rsa di tutta Europa

Gli ospiti di 23 delle strutture Emera di tutta Europa – la multinazionale è infatti presente in Francia, Belgio, Lussemburgo, Spagna, Svizzera e anche in Italia con le due residenze Consolata di Grugliasco (To) e Julia di Sanremo (Im) – hanno potuto prendere parte a vere e proprie sessioni fotografiche, in autonomia o affiancati dai dipendenti delle strutture.

Il tema scelto per il concorso è stato quello delle mani, identificate come parte del corpo capace di raccontare la vita di una persona e strumento di contatto e relazione con il prossimo. Ogni residenza ha successivamente esposto le opere al suo interno e nominato una giuria incaricata di scegliere le foto per il concorso a livello europeo.

Vince la residenza Consolata di Grugliasco

La giuria, composta dalla fotoreporter Laurence Geai – vincitrice del World Press Photo 2021 (categoria: notizie generali) e dal fotografo professionista Didier Carluccio – e da quattro dipendenti della sede centrale di Emera hanno scelto i tre finalisti.

Il concorso è stato vinto dalla foto intitolata “L’unione fa la forza”, realizzata presso la residenza Consolata di Grugliasco (To), il secondo e terzo posto sono stati vinti da due residenze francesi del gruppo. Agli autori e alla residenza vincitori del concorso è stato riservato un omaggio da parte della dirigenza Emera.

«Questo progetto ha avuto risultati positivi ed incoraggianti, ha risvegliato emozioni nei residenti e tra i dipendenti – dichiara Nathalie Lejeune, responsabile delle Attività Sociali per Emera – il concorso ha favorito momenti di condivisione e scambio, sottolineando i percorsi e le esperienze di vita degli ospiti sia attraverso i momenti vissuti all’interno della struttura, sia sotto il profilo dei ricordi personali. È stato molto difficile per i componenti della giuria scegliere i finalisti e il vincitore perché ogni scatto illustrava un’emozione che traspariva da un semplice soggetto in bianco e nero. Per Emera la stimolazione delle capacità personali, il mantenimento delle stesse e il coinvolgimento degli ospiti in una vita attiva sono valori importantissimi e questo concorso è stato ideato proprio in questa ottica, assumendo una valenza ancora più significativa nei difficili mesi di lockdown durante i quali sono state vietate le visite e i contatti con il mondo esterno».

Emera al servizio dei grandi anziani dal 1988

Il gruppo, fondato nel 1988 fa dalla famiglia Cheton, è al settimo posto in Francia e al quarto posto in Europa tra le aziende specializzate nell’assistenza agli anziani per numero di letti. Emera vanta 77 strutture in totale: 53 in Francia, 11 in Spagna, 4 in Irlanda, 5 in Belgio, 1 in Lussemburgo, 1 in Svizzera e 2 in Italia per un numero complessivo di quasi 7.500 posti letto.

Nel 2019 Emera è approdata in Italia inaugurando le prime due residenze, “Consolata” a Grugliasco (To) e “Julia” a Sanremo (Im).

Il punto di forza del gruppo Emera è rappresentato dalla qualità dei servizi alberghieri che offre ai propri ospiti e da una filosofia che mira a garantire ai propri ospiti comfort e sicurezza, nell’ottica di interpretare la terza età non come una mera fase dell’esistenza umana ma come una nuova vita ricca di esperienze e opportunità.

Andrea Carozzi

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!