Diete povere di grassi portano una diminuzione del testosterone

Decidere di perdere peso per ritrovare la forma fisica perduta è un’ottima scelta. Soprattutto dopo i 50 anni, quando un peso nella norma contribuisce a tenere a bada la comparsa di patologie come il diabete e l’ipertensione. Un recente studio pubblicato sul “The Journal of Urology“, Gazzetta ufficiale dell’American Urological Association (AUA), mette però in guardia gli uomini che decidono di adottare diete troppo povere di grassi per raggiungere la taglia dei pantaloni desiderata. Secondo la ricerca, una riduzione drastica dei grassi porterebbe a una piccola, ma sensibile, diminuzione del testosterone e della libido.

Cosa comporta un livello basso di testosterone

La carenza di testosterone non incide solo sull’importantissima sfera intima, dove porta inevitabilmente a un decadimento della vita sessuale. La quantità di questo ormone è un elemento da non sottovalutare anche per quanto riguarda la salute generale dell’organismo. Alla diminuzione del testosterone, infatti, sono associate alcune patologie.Tra queste, un indebolimento dell’apparato scheletrico e un aumento del grasso corporeo, che andrebbe a vanificare gli sforzi fatti per dimagrire. 

L’importanza dei grassi per l’organismo

Il corpo umano, come ricordano i ricercatori del Journal of Urology, è una macchina complessa che basa il suo funzionamento su equilibri solidi e al contempo delicati. I grassi rappresentano dei macronutrienti essenziali per il buon funzionamento dell’organismo. Certo non tutti: i grassi saturi contenuti in formaggi e carni rosse andrebbero diminuiti, se non del tutto eliminati. Ma i grassi insaturi come gli Omega 3 contenuti nel pesce o nella frutta secca sono indispensabili per mantenere in salute il cuore e l’apparato circolatorio. E inoltre aiutano a conservare un buon livello di testosterone nel sangue.

La ricerca ha così evidenziato che essendo il testosterone un ormone steroideo derivato dal colesterolo cambiare l’assunzione di grassi può alterarne i livelli. Questa nuova analisi su come la dieta influisca sul testosterone sierico sottolinea che una dieta povera di grassi è associata a livelli più bassi di testosterone, rispetto a un regime alimentare senza restrizioni. Questo ovviamente non significa che per mantenersi in salute si deve dare libero sfogo a ogni istinto gastronomico. Evidenzia, invece, come prima di intraprendere una dieta sia bene chiedere il consiglio di uno specialista.

Andrea Carozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here