Ormai è risaputo che la prevenzione contro molte patologie metaboliche che si sviluppano in età avanzata si gioca a tavola. Un’alimentazione corretta è infatti la base per scongiurare ictus, infarto, diabete e ipertensione e altre malattie che cominciano a manifestarsi tra i 50 e i 60 anni. Importanti alleati in questo campo sono gli antiossidanti.

Dieta e prevenzione, il potere degli antiossidanti

Un ruolo fondamentale per la salute dell’organismo la giocano gli antiossidanti, ma cosa sono esattamente questi micronutrienti? In parole povere sono molecole che contrastano i danni al DNA provocati dai radicali liberi (sostanze nocive naturalmente presenti nell’organismo a seguito delle funzioni metaboliche). Per questo è importante assumerli attraverso l’alimentazione. Una buona dose di antiossidanti, infatti, aiuta il corpo a ritardare o prevenire diverse tipologie provocate da i danni cellulari.

Contrastano l’azione dei radicali liberi

Oltre a derivare dall’azione metabolica dell’organismo, i radicali liberi possono formarsi anche a causa di un eccessivo stress causato da fattori esterni come l’eccessiva esposizione alla luce solare, il fumo di sigaretta e altri inquinanti. I radicali liberi sono dannosi perché (senza scendere troppo nello specifico) “rubano” gli elettroni agli atomi che hanno intorno. Questa “sottrazione” a lungo andare può causare cambiamenti nella struttura delle cellule che possono portare a danni cellulari. Questo danno è chiamato “stress ossidativo”. Gli antiossidanti possono essere prodotti dall’uomo oppure si trovano negli alimenti. Alcuni antiossidanti sono vitamine, altri sono minerali e alcuni sono dei composti chimici. Sono degli ottimi antiossidanti la vitamina C e la vitamina E ma anche il selenio e il beta-carotene.

Esistono diverse famiglie di antiossidanti, tra cui vitamine, carotenoidi, terpeni, alcaloidi, minerali, e flavonoidi. Una dieta basata su alimenti ricchi di antiossidanti può garantire una salute migliore all’intero organismo. Vediamo insieme alcuni alimenti che possono essere definiti un’ottima fonte di questi micronutrienti.

Mirtilli

I mirtilli contengono tannini, flavonoidi, vitamina A, C, B1, B2, PP, calcio, fosforo, ferro, sodio e potassio. Tutte molecole del benessere. Le antocianine, responsabili del loro colore blu-viola intenso, mantengono in salute i capillari e il microcircolo e inoltre fanno bene alla vista.

Cavolo verde cotto

Il cavolo verde è particolarmente ricco di antiossidanti e flavonoidi come il beta-carotene, la vitamina C, la quercetina e il kaempferol. Questo ortaggio aiuta a contrastare il danno ossidativo causato dai radicali liberi.

Arance

Le arance rosse sono ricche di antiossidanti e in particolar modo di  flavonoidi che hanno proprietà antinfiammatorie e contrastano la formazione di placche aterosclerotiche. Più i frutti sono pigmentati di sfumature violacee, più significa che sono ricchi di antociani, potenti antiossidanti e antiradicali liberi.

Andrea Carozzi

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here