Doppio tampone negativo per gli ospiti che erano in attesa e che, praticamente asintomatici, da tempo risultavano negativi al primo tampone e positivi al secondo

Il momento tanto atteso è finalmente arrivato. La Residenza Anni Azzurri Sacra Famiglia di Rivarolo a Genova è Covid free. Sono arrivati, infatti, gli esiti dei secondi tamponi, anch’essi risultati negativi, per i 12 ospiti che, gran parte di loro asintomatici o paucisintomatici, erano in attesa, speranzosi di essere ufficialmente fuori dal Sars Cov 2, il virus del Covid19.

“Siamo così contenti – dice la Direzione dell’Rsa, che fa parte della rete nazionale delle oltre 50 strutture “Anni Azzurri” – perché questi ospiti da un po’ risultavano negativi al primo tampone e poi positivi al secondo, pur essendo in un buono stato di salute. Essere Covid free rappresenta decisamente una bella notizia per noi, dopo che nei mesi scorsi abbiamo affrontato qualcosa di nuovo e sconosciuto, cercando ogni giorno di farlo nel modo migliore possibile”.

“Mai come ora, tuttavia – continua la Direzione – occorre non abbassare la guardia e continuare ad adottare le massime accortezze e misure di contenimento e prevenzione. Di certo, dalla situazione difficile vissuta nei mesi scorsi ne esce un team di tutti noi addetti ai lavori e operatori rafforzato e ancora più granitico rispetto a prima”.

Intanto, per figli, nipoti, congiunti, da qualche giorno è arrivata un’altra bella notizia.

Infatti, dopo aver recepito le indicazioni ministeriali e le direttive regionali, l’RSA Anni Azzurri Sacra Famiglia di Rivarolo ha riaperto alle visite dei familiari degli ospiti della Struttura.

“Siamo tornati a fare quello che più amiamo: accogliere – continua la Direzione dell’RSA – certo, il percorso di apertura sarà necessariamente progressivo e molto ponderato, per continuare a garantire la massima sicurezza e controllo in questa delicata “fase tre”, nel contrasto e contenimento del Sars Cov 2. Tuttavia siamo molto contenti di poter riavere con noi i cari dei nostri ospiti”.

“La chiusura della nostra Rsa del 24 febbraio è stata una decisione dolorosa – continua la Direzione – ma necessaria per limitare i contagi”.

“Le nostre strutture – aggiunge la sede di Anni Azzurri – hanno iniziato ad accogliere nuovamente pazienti e parenti, in condizioni di massima sicurezza, nella più rigorosa ottemperanza di tutte le procedure e le indicazioni ministeriali e regionali con percorsi protetti e condivisi con i Distretti Sanitari e i Dipartimenti di Prevenzione con cui si opera in stretto raccordo”.

Accesso dei familiari

L’ampio giardino della RSA Anni Azzurri Sacra Famiglia di Rivarolo consente l’incontro a distanza di sicurezza, tra il familiare e l’ospite. Gli incontri, che avverranno con dispositivi di protezione individuale sia per gli ospiti che per i familiari, saranno organizzati su appuntamenti, contingentati nel tempo e nello spazio e sotto la sorveglianza e il supporto di un operatore. Per situazioni particolari videochiamate già attive e percorsi personalizzati, per situazioni straordinarie, di massima sicurezza.

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here