Cosa mangiare quando fa caldo? 8 consigli dagli esperti

Avete presente quella sensazione di aria statica e ferma, di vestiti che si appiccicano alla pelle, di spossatezza, pesantezza, dell’avere sonno ma non riuscire a dormire e continuare a rigirarsi sul cuscino in cerca di un angolino fresco? Bene, quella sensazione si chiama estate, o anche, in termini meno poetici, afa.

Ci passiamo tutti in questo periodo e ne veniamo tutti disturbati, chi più chi meno, ma mentre scegliamo da che parte stare –afa sì o afa no- ricordiamoci che il troppo caldo è davvero deleterio per l’organismo e che, per evitare spiacevoli inconvenienti, specialmente dopo i 50 anni, è opportuno seguire alcune istruzioni e scegliere i cibi più adatti al periodo.

Scegliere i giusti alimenti aiuta a mantenersi idratati a sufficienza e a non incorrere in spiacevoli problemi digestivi o di pressione. Vediamo insieme i consigli su come mangiare durante la stagione estiva.

  1. No ai fritti e grassi – si sa, fanno male anche durante l’inverno, quando l’idea di accumulare un po’ di ciccia per resistere al freddo non terrorizza quanto durante l’estate. Durante l’estate però, la digestione diventa più difficoltosa ed è inutile stressare il nostro organismo ingurgitando sostante difficili da assimilare e che richiedono all’apparato digerente uno sforzo maggiore. Sono invece da prediligere alimenti light e cotture leggere come quella al vapore, al cartoccio o alla griglia, accompagnate da condimenti vegetali e a crudo.
  1. Evitare gli alcolici – consiglio non sempre facile da seguire. Diciamoci la verità, a chi non fa piacere una bella birra fredda da sorseggiare in spiaggia o perché no, un bel margarita a bordo piscina? Anche se può sembrare dissetante, però, l’alcol in realtà aumenta la disidratazione, inibendo la diuresi e creando una sensazione di calore, che a sua volta favorisce la sudorazione e la dispersione di liquidi.
  1. Ridurre le bibite gassate e zuccherate – nulla disseta come una bella Cocacola ghiacciata durante l’estate, vero? No, falso. Le bibite gassate e zuccherate tendono a far aumentare il gonfiore addominale, affaticano la digestione e sono ricche di calorie vuote, difficili da smaltire. Bevete invece tanta acqua, l’unico drink che non passa mai di moda e che favorisce la diuresi.
  1. Evitare salse, creme e intingoli – durante l’estate vanno facilmente a male e, specialmente mangiando fuori, può non essere sempre chiaro il loro stato di conservazione, con possibili problemi intestinali.
  1. No alle bibite ghiacciate – lo sbalzo termico provocato all’organismo dalla bibite ghiacciate può comportare un blocco dell’apparato digerente, mandando in tilt l’intero sistema.
  1. Sì alla frutta fresca – ottimo rimedio per integrare la perdita di liquidi e gradevolissimo spuntino per non appesantire lo stomaco durante la digestione: la frutta fresca non dovrebbe mai mancare durante l’estate, anche per reintegrare gli zuccheri persi e aiutare la pressione a mantenersi a livelli medi. Ultimamente sono molto diffusi, nei bar o nei chioschi, gli spuntini a base di centrifughe o centrifugati, piacevoli da sorseggiare e composti da un mix di frutta e verdura che aiuta a ottenere il corretto apporto di vitamine.
  1. Moderare il consumo di sale – il sodio presente negli alimenti come saluti, formaggi, insaccati e focacce, trattiene i liquidi nel corpo, inibendo la diuresi e favorendo la disidratazione… oltre che la cellulite!
  1. Consumare alimenti freschi – anche se il minestrone contiene verdure e e aiuta ad andare in bagno, evitate di mangiarlo durante l’estate. Un piatto caldo durante l’estate affatica l’organismo, oltre che far sudare ancora più del necessario. Preferite le paste fredde a quelle supercondite  e magari una bella centrifuga di frutta e verdura piuttosto che il passato di verdure.