Coronavirus, è corsa alla solidarietà

Foto Shutterstock

Nelle ultime settimane diverse aziende e imprenditori hanno attivato una corsa alla solidarietà, mostrando un’Italia unita contro il Covid-19. Soprattutto nelle Regioni più colpite sono stati devoluti milioni di euro per potenziare le strutture ospedaliere in difficoltà e proteggere i lavoratori che si stanno adoperando senza sosta per fronteggiare l’emergenza sanitaria.

BAYER
L’azienda farmaceutica sostiene gli ospedali Lombardi con una donazione di un milione di euro. A ricevere il contributo è la Regione Lombardia, che lo utilizzerà per acquistare macchinari di terapia intensiva e subintensiva per gli ospedali in emergenza.

INTESA SANPAOLO
Il gruppo bancario dona 100 milioni di euro alla Protezione Civile. I fondi, si legge nel comunicato stampa, saranno quindi utilizzati per il rafforzamento strutturale permanente del servizio sanitario e degli enti attualmente chiamati a gestire l’emergenza, con la creazione in via prioritaria di nuovi posti letto di terapia intensiva.

MEDIOLANUM
Dalla prima donazione all’ASST Fatebenefratelli Sacco di Milano del 4 marzo, Banca Mediolanum ha posto in essere ulteriori contributi, diretti e indiretti, che hanno oltrepassato la quota 1 milione di euro, devoluti interamente agli ospedali in prima linea in questa emergenza sanitaria COVID-19.

FASTWEB
Fastweb, riporta l’Ansa, ha deciso di dona 100 mila euro a ciascun ospedale in prima linea per fronteggiare l’emergenza: l’IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, l’IINMI Lazzaro Spallanzani Istituto Nazionale Malattie Infettive di Roma e l’Azienda Ospedaliera Universitaria Consorziale Policlinico di Bari.

CARIGE
La Banca aderisce all’appello lanciato dal Presidente dalla Regione Liguria in questi giorni di grave emergenza sanitaria, dona 150mila euro e promuove una campagna di sottoscrizione che coinvolgerà i Clienti Carige e tutti i Liguri a favore delle strutture sanitarie della regione direttamente impegnate contro l’epidemia.

TECHNOGYM
Technogym dona 1 Milione di Euro per l’acquisto urgente di postazioni e macchinari per i reparti di terapia intensiva di cui gli Ospedali della Romagna hanno bisogno.

LAVAZZA
Il Gruppo Lavazza interviene a supporto dell’emergenza sanitaria che ha colpito il Paese, agendo direttamente sul proprio territorio di appartenenza e stanziando 10 milioni di euro a progetti di sostegno a sanità, scuola e fasce deboli della Regione Piemonte.

BURGER KING
In soli due giorni Burger King Restaurants Italia ha donato 8 tonnellate di cibo fra verdura e altri generi alimentari a li operatori e i volontari di Croce Rossa Italiana, Caritas, CSV e altre singole realtà per supportare famiglie e anziani bisognosi o in difficoltà.

CAMPARI
L’azienda dona 1 milione di euro all’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Fatebenefratelli Sacco di Milano, per la gestione dei pazienti più critici affetti da Covid-19. La somma sarà destinata al finanziamento di una UO di Terapia Intensiva generale per ricoverare pazienti positivi critici e la dotazione di un impianto dotato di pressioni negative per 10 box di rianimazione.

GRUPPO BARILLA
Una donazione di oltre 2 milioni di euro da parte del gruppo a favore dell’ospedale Maggiore di Parma, della Protezione civile e della Croce Rossa di Parma.

PASTIFICIO RANA
Gian Luca Rana, amministratore delegato di Pastificio Rana, dona 400.000 euro per l’acquisto di apparecchiature per la ventilazione assistita, per dare un aiuto concreto al sistema sanitario del Veneto e ai suoi straordinari professionisti impegnati, con uno sforzo senza precedenti, a fronteggiare la diffusione del Coronavirus

Tra gli imprenditori in prima linea nella corsa al sostegno solidale: Giuseppe Caprotti, Silvio Berlusconi, il presidente e CEO di Gucci, Marco Bizzarri, la Famiglia Agnelli e Donatella Versace.

Il sostegno di Papa Francesco invece va alla Caritas, con una prima donazione di 100 mila euro.

La somma è diretta a sostenere mense, dormitori, centri di ascolto e di accoglienza, cioè quei servizi essenziali che le Caritas diocesane e parrocchiali assicurano quotidianamente in Italia ai poveri e ai più deboli.

Tra gli influencer grande successo per i Ferragnez che hanno lanciato una raccolta fondi attraverso i social sulla piattaforma gofoundme per la creazione di nuovi posti di terapia intensiva all’Ospedale San Raffaele di Milano. Dopo una loro prima donazione di 100 mila euro, oggi la raccolta ha raggiunto quota 4 milioni di euro. Un gesto lodevole che rappresenta l’immensa capacità di reazione del web e soprattutto dei social.

Birgitta Muhr

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here