Natale 2019: i consigli per il regalo perfetto

Pensare e trovare il regalo perfetto può rivelarsi un’occupazione estremamente difficile e stressante. Giri di perlustrazione dei negozi, liste in cui appuntarsi le idee migliori, indagini per scoprire le preferenze di parenti e amici. Non solo: a tutti è capitato di vedere sul volto delle persone a cui si vuole bene l’insoddisfazione per il dono scelto. A quanto pare, non è solo il pensiero che conta.

La scienza del regalo perfetto

Niente paura. Quest’anno abbiamo pensato di alleggerirvi dall’ansia del regalo perfetto dandovi qualche consiglio. È la scienza che parla. Il tema dei regali di Natale è stato infatti affrontato da numerosi studi scientifici. Di anno in anno la letteratura sull’argomento si infoltisce. Abbiamo selezionato uno degli articoli più recenti, uscito sulla rivista Current Directions in Psychological Science nel 2016. Lo studio analizza le credenze diffuse fra i donatori, dimostrando che spesso non sono in linea con ciò che si aspetta il destinatario del regalo.

  • Preferire l’utilità alla desiderabilità

Per molti che si ritrovano a dover fare un regalo, la caratteristica principale di un dono è la sua desiderabilità, cioè che sia divertente, in grado di stupire o di ottima qualità. In realtà, le persone apprezzano sopra ogni cosa un regalo che sia utile.

  • Andare oltre il momento dello “spacchettamento”

Quando si sceglie un regalo, non si dovrebbe pensare solo al momento specifico in cui si consegnerà. Il regalo perfetto non deve essere per forza usato nell’immediato. Al posto di regalare un piccolo bouquet di rose in fiore, è meglio indirizzarsi verso una composizione più grande di boccioli.

  • La tangibilità non è fondamentale

Si tende spesso a regalare oggetti, qualcosa che possa essere toccato, come un device tecnologico, un capo d’abbigliamento o prodotti per la persona. In realtà, i regali esperienziali sono molto apprezzati, perché, benché immateriali, sono spesso più centrati sulla persona.

  • Ascoltare le richieste

La scienza dei regali sfata un altro mito: l’effetto sorpresa non conta molto. Le persone preferiscono ricevere doni che hanno richiesto, direttamente o indirettamente, perché sono sicure che incontrino i loro interessi.

  • La generosità è sovrastimata

Chi riceve un regalo, non sa quanto tempo o risorse materiali sono state investite per il suo dono. Non è tanto il prezzo pagato a incidere sull’apprezzamento del destinatario, quanto la qualità assoluta del regalo.

  • Non scegliere regali troppo personali

I regali troppo particolari e personali sono un’insidia in cui è meglio non cadere. Soprattutto se non si ha una conoscenza profonda del destinatario. Più un regalo è specifico e minore è la possibilità che sia utilizzato. Invece di donare la gift card di un negozio preciso, è meglio regalare un buono generico di Amazon. Il destinatario conosce meglio i propri desideri e necessità.

  • I regali di beneficenza non sono apprezzati

Per quanto nobili e socialmente utili, le donazioni di beneficenza sono accolte in maniera poco entusiastica nella maggior parte dei casi. Questo perché si tratti di doni che non si possiedono e non si possono usare.

Se cerchi idee regalo per i tuoi nipoti, leggi qui.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here