Educare i bambini non è un compito semplice. Stabilire le regole e farle rispettare, gestire i pasti, i momenti di gioco, lo studio, organizzare la giornata: un genitore deve occuparsi di tutto questo, seguendo un piano educativo coerente ed efficace. Ma nell’educazione delle giovani generazioni sono sempre più coinvolti anche i nonni. Cosa succede però se questi ultimi hanno idee diverse rispetto al miglior modo per crescere la prole? I conflitti tra nonni e genitori sono più diffusi di quanto generalmente si pensi. Lo rivela un sondaggio del C.S. Mott Children’s Hospital dell’Università del Michigan.

In 4 casi su 10 esistono conflitti tra nonni e genitori

Quali sono i motivi alle base dei conflitti tra nonni e genitori? Per scoprirlo, i ricercatori hanno sottoposto il sondaggio a un campione di oltre 2.000 genitori con figli fino ai 18 anni, chiedendo dei disaccordi con i nonni rispetto alle loro scelte genitoriali. Nella stragrande maggioranza dei casi (89%), nonni e nipoti si frequentano assiduamente o spesso. All’interno di questa percentuale, il 6% dei genitori ha riportato di vivere disaccordi importanti con i nonni e il 37% disaccordi minori. Quindi in quasi la metà dei casi  in questione (43%) esistono conflitti tra nonni e genitori riguardo alle scelte educative di figli e nipoti, più o meno profondi.  

Quali sono le cause di litigio?

Numerosi i motivi che portano genitori e nonni a discutere riguardo l’educazione dei più giovani. I più comuni sono:

  • la disciplina (57% dei casi);
  • i pasti/gli spuntini (44%);
  • tempo davanti alla TV/schermi vari (36%);
  • buone maniere (27%);
  • salute/sicurezza (25%)

L’elenco va ancora avanti, riportando in misura minore disaccordi sul trattamento differente di alcuni nipoti rispetto altri, l’orario per andare a dormire e la diffusione sui social di foto e informazioni. 

Troppo morbidi, troppo duri

Per 4 genitori su 10, gli scontri nascono perché i nonni sarebbero troppo “morbidi” con i nipoti. Al contrario, il 14% dichiara che l’educazione impartita dai nonni è troppo rigida. E quasi la metà (46%) afferma che i disaccordi nascono sia perché i nonni sono troppo tolleranti con la loro prole, sia perché sono troppo intransigenti. 

La misura giusta

Insomma, a quanto pare è molto difficile trovare la misura giusta. I nonni sono un aiuto prezioso per le famiglie e una figura fondamentale nella vita dei nipoti. Li amano, li accudiscono, se ne prendono cura, dedicano loro del tempo. Ma a volte si trovano in disaccordo con le scelte genitoriali dei figli, per modo di pensare o differenze generazionali, e rischiano di minarne l’autorità di fronte ai nipoti. Parlare e cercare di risolvere i conflitti venendosi incontro e cercando di capire le posizioni altrui rimane anche in questo caso un’ottima abitudine.

Micol Burighel

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!
Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here