Con un apposito decreto, il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha istituito una Commissione per la riforma dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria della popolazione anziana. A presiederla sarà Monsignor Vincenzo Paglia, Gran cancelliere del Pontificio Istituto Teologico per le Scienze del Matrimonio e della Famiglia.

Ne fanno parte, rende noto il ministero, illustri personalità del mondo scientifico e sociale. “I mesi del Covid – ha dichiarato Speranza attraverso un comunicato– hanno fatto emergere la necessità di un profondo ripensamento delle politiche di assistenza sociosanitaria per la popolazione più anziana. La commissione aiuterà le istituzioni ad indagare il fenomeno e a proporre le necessarie ipotesi di riforma”.

Commissione per la riforma dell’assistenza sanitaria, il peso del Covid-19

È infatti bene ricordare che la pandemia di Covid-19, nella sua prima ondata a inizio 2020, ha coinvolto soprattutto la popolazione over 65. Oltre a ciò, sempre in base ai dati forniti dal Ministero della Salute e aggiornati al mese di luglio, il numero di deceduti nei quali il Covid è la causa direttamente responsabile della morte raggiunge il valore massimo del 92% nella classe 60-69 anni. Il minimo invece (1-2%) è  tra le persone di età inferiore ai 50 anni.

L’età media dei pazienti deceduti e positivi a SARS-CoV-2 (dati dell’ISS) è di circa 80 anni. È più alta di 20 anni rispetto a quella dei pazienti che hanno contratto l’infezione. È dunque indispensabile che i soggetti con oltre 65 anni prendano in considerazione alcune misure precauzionali.

Italia, paese longevo

Monsignor Paglia ringrazia il ministro Speranza per l’incarico che gli affida e ritiene che la Commissione rappresenti “un prezioso strumento inteso a favorire una transizione dalla residenzialità ad una efficace presenza sul territorio attraverso l’assistenza domiciliare, il sostegno alle famiglie e la telemedicina. L’auspicio è che l’Italia, paese tra i più longevi ed anziani del mondo, possa mostrare un nuovo modello di assistenza sanitaria e sociale che aiuti gli anziani a vivere nelle loro case, nel loro habitat, nel tessuto familiare e sociale”.

Andrea Carozzi

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!
Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here