fbpx

Comm. Zoppas: “L’impegno per l’ambiente di San Benedetto”

Una vita per l’acqua, l’acqua per la vita. La storia di Enrico Zoppas, radici salde e il valore del lavoro è un libro-intervista, presentato alla Camera dei Deputati a Roma alla presenza del Ministro dell’Ambiente Corrado Clini. Nel libro, il Presidente di Acqua San Benedetto sottolinea l’impegno dell’Azienda nello sviluppare un’economia sostenibile nel rispetto del pianeta.  Ne abbiamo parlato proprio con il Comm. Enrico Zoppas.
L’attenzione di San Benedetto per  la salvaguardia della qualità dell’ambiente è iniziata nel 2009 con un accordo volontario, rinnovato negli anni successi e anche quest’anno, con il Ministero Italiano per l’Ambiente. In cosa consiste questo accordo?

Si tratta di un percorso che corona il nostro impegno per l’ambiente e lo dispiega all’interno di un programma di azioni e progetti condivisi con il Ministero dell’Ambiente, finalizzati alla riduzione delle emissioni di carbonio nel settore delle acque minerali. Questo accordo ha qualificato la nostra azienda come la prima realtà del settore a promuovere in Italia un processo volontario di mappatura della propria impronta di carbonio, per arrivare a confezionare acqua minerale a emissioni di CO2 totalmente compensate. Dal 2008 al 2011 abbiamo ridotto del 30% le emissioni lavorando su tre fronti: ottimizzazione dell’efficienza energetica, produzione di energia pulita con il sistema fotovoltaico, interventi sulle bottiglie che rappresentano per il 60% la causa primaria delle nostre emissioni, in quanto derivano dal petrolio.

Un impegno lungimirante che ha reso Acqua Minerale San Benedetto uno dei più importanti “case study” nel campo dello sviluppo sostenibile in Italia, e che ha consentito alla vostra azienda di produrre la prima bottiglia a CO2 compensata, “Easy”, divenuta progetto-pilota nel settore delle acque minerali…

Easy è stata la nostra prima bottiglia di acqua minerale totalmente compensata e ha rappresentato il primo importante tassello del programma di lavoro previsto nell’accordo con il Ministero dell’Ambiente,  un impegno che abbiamo rinnovato anche quest’anno. A Easy, poi, è stato affiancato il progetto “Eco-Green” con i formati da mezzo litro, litro e mezzo e due litri, altrettanto compensati. Inoltre, in un ottica sempre più ecologica, i formati da 1L Easy e quelli da 1,5L e 2L utilizzano rispettivamente il 30% e il 10% di RPET, PET rigenerato proveniente dal riciclo della plastica, riducendo il fabbisogno di materia prima vergine e quindi di petrolio. E’ una vera innovazione: sono fiero di poter dire che rappresentiamo l’avanguardia di un nuovo tipo di economia e del mercato del futuro. Questa cultura della sostenibilità, infatti, si sta diffondendo in tutto il sistema produttivo e distributivo italiano e presto sarà in grado di permearlo. Noi possiamo affermare, senza tema di smentita, di essere stati i pionieri, gli apripista.

L’impegno ambientale ha sicuramente portato ad un miglioramento dei prodotti  e ad una maggiore competitività sui mercati nazionale e internazionale. Questa strategia ha dato, quindi, risultati positivi anche dal punto di vista economico?

Certamente. I nostri risultati sono molto positivi anche grazie alla filosofia di profondo rispetto per l’ambiente che fa parte del nostro DNA aziendale e al percorso che abbiamo intrapreso con il Ministero,  accompagnati dal Gruppo Rem, agenzia esperta in geen consultancy. La nostra crescita è proseguita anche in tempi di crisi, continuiamo a tenere testa ai grandi colossi mondiali e abbiamo chiuso in positivo il bilancio 2011, con un aumento del fatturato del 7,2% e un giro d’affari di 710 milioni di euro. Siamo presenti in 80 Paesi di tutto il mondo, contiamo 9 marchi, 130 referenze e 1.800 dipendenti. La nostra quota export è pari al 7-8% e le previsioni sono di crescita.

Il vostro impegno ha portato anche a importanti riconoscimenti: Acqua Minerale San Benedetto si  è aggiudicata per il quarto anno consecutivo il premio “Eletto Prodotto dell’Anno”.  I consumatori italiani hanno decretato vincitrice  la linea “Progetto EcoGreen” per la categoria acque minerali e Aquavitamin per la categoria integratori. Una bella soddisfazione…

Siamo molto orgogliosi di questo doppio riconoscimento. È il quarto anno consecutivo che i consumatori italiani attribuiscono ad un nostro prodotto il premio “Eletto Prodotto dell’Anno”, che mette in luce la capacità innovativa di un’azienda. La storia di San Benedetto dimostra il ruolo fondamentale che l’innovazione svolge nelle strategie di sviluppo dell’intero mercato del beverage analcolico, con una serie importante di lanci di nuovi prodotti e formati in grado di soddisfare le esigenze in continua evoluzione dei consumatori. Da sempre, infatti, lavoriamo per garantire la qualità, la sicurezza e il rispetto dell’ambiente, mettendo nei nostri prodotti tutta la passione di chi sa fare bene il proprio lavoro.

c.p.

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!