Assicurazione auto e moto: le 5 opzioni per risparmiare

Assicurazione online
Assicurazione online

 

Come risparmiare con assicurazione auto e moto? Guidare l’auto costerà più caro nel 2015. A rivelarlo è Facile.it, il portale che compara le varie polizze assicurative presenti sul mercato. Con risultati a dir poco scoraggianti per milioni di automobilisti. Crescono i preventivi delle compagnie assicurative e cresce, soprattutto, il numero dei guidatori costretti a pagare un premio assicurativo per avere provocato un incidente negli ultimi 12 mesi: in media sono il 4,09% del totale, contro il 3,67% del 2014.

Come risparmiare con assicurazione auto e moto: 5 opzioni

Non solo. Secondo uno studio della CGIA, le tariffe RC Auto sarebbero aumentate addirittura di oltre il 189% negli ultimi vent’anni, a un ritmo quasi quadruplo rispetto a quello dell’inflazione (circa il 50%). In uno scenario così desolante, la parola d’ordine diventa risparmiare. Grazie a una serie di regole virtuose e accorgimenti utili con cui scongiurare un salasso annunciato.

Altraetà.it propone un breve vademecum per orientarsi nella giungla del mercato libero e arrivare a risparmiare fino a qualche centinaio di euro l’anno. Come risparmiare con assicurazione auto e moto:

1) Comparare le diverse proposte on line e tradizionali, entrando sul portale dell’IVASS (l’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni) o utilizzando siti specializzati come Facile.it, Assicurazione.it o Cercassicurazioni. In questo modo è possibile confrontare i prezzi, ma anche trovare l’offerta più vicina alle proprie esigenze.

2) Assicurazioni on line. Il risparmio è garantito, grazie all’abbattimento dei costi di gestione e di personale. Attenzione, però: in caso di sinistro, spesso le pratiche sono più lunghe e il servizio di assistenza è esclusivamente automatico.

3) Seconda auto. Le famiglie che hanno intenzione di acquistare un secondo autoveicolo possono beneficiare della legge Bersani, grazie a cui è possibile ereditare la classe di merito più bassa tra quelle dei vari componenti del nucleo.

4) Cambiare spesso compagnia, per spuntare un prezzo concorrenziale, approfittando della recente abolizione del tacito rinnovo.

5) Tariffe personalizzate. Chi usa poco l’auto può arrivare a spendere sino al 40% in meno con tariffe ad hoc calcolate su un numero massimo di chilometri. Ideali per chi usa l’auto esclusivamente in città e mai per viaggi lunghi.

Lorenzo Tosa

Clicca qui per leggere tutti gli articoli sulla Silver Economy

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here