Chi ha un cane sa quanto può dimostrare di essere intelligente e sveglio. E non si tratta solo di riportare una pallina: i proprietari di cani ogni giorno si stupiscono delle capacità dei propri amici a quattro zampe. Anche chi non ha un animale domestico può riconoscere l’intelligenza dei cani, ora che una ricerca pubblicata sulla prestigiosa rivista Nature ha analizzato questo campo dell’etologia, ovvero lo studio del comportamento degli animali. Scienziati della Eötvös Loránd University di Budapest in Ungheria hanno scoperto che alcuni cani imparano il nome di un nuovo oggetto dopo averlo sentito solo quattro volte, un’abilità che in precedenza si pensava fosse limitata agli esseri umani. Vediamo perciò come capire quanto è intelligente il tuo cane.

La ricerca sull’intelligenza dei cani

I ricercatori hanno scoperto che questa capacità non era comune tra tutti i cani studiati, ma potrebbe essere limitata a pochi individui talentuosi o altamente addestrati. I proprietari di cani ora si staranno chiedendo: come fare a capire se il mio animale è un “genio”? Non è difficile scoprirlo perché lo studio è facile da replicare a casa. Seguendo i passaggi compiuti dai ricercatori si potrà capire se il proprio cane può imparare i nomi degli oggetti in modo rapido. Ma anche se ciò non avvenisse, nulla di cui preoccuparsi. Solo alcuni esemplari superano il test e gli animali di compagnia vanno sempre apprezzati per l’amore che regalano. La ricerca ha coinvolto un cane di razza Collie chiamato Whisky, che conosceva 59 oggetti per nome, e uno Yorkshire terrier di nome Vicky Nina, che conosceva 42 giocattoli.

Il test per scoprire quanto è intelligente il tuo cane

I ricercatori hanno testato la conoscenza di ogni cane chiedendo loro di portare a turno ogni giocattolo. Né i proprietari né gli sperimentatori potevano vedere i giocattoli, per evitare di influenzare la scelta dei cani. Una volta stabilito che i cani conoscevano i nomi di tutti i loro giocattoli, i ricercatori hanno introdotto due nuovi oggetti, posizionandoli a turno in un gruppo di giocattoli noti. In questo test Whisky ha scelto il nuovo giocattolo ogni volta. Vicky Nina ha preso quello giusto nel 52,5% delle prove, che è leggermente al di sopra delle probabilità.

Per la parte successiva dello studio, al cane è stato mostrato un giocattolo, gli è stato detto il nome e gli è stato quindi permesso di giocarci. Dopo quattro ripetizioni del nome di due diversi nuovi giocattoli, al cane è stato chiesto di scegliere uno dei due nuovi giocattoli. Nessun giocattolo familiare è stato incluso in questa parte della sperimentazione, per impedire al cane di scegliere il giocattolo giusto per esclusione. Entrambi i cani hanno scelto il nuovo giocattolo più spesso di quanto il caso avrebbe previsto, suggerendo che stavano effettivamente imparando il nome di un nuovo oggetto molto rapidamente.

Tuttavia, la loro memoria è diminuita considerevolmente dopo 10 minuti e quasi completamente dopo un’ora. Questo dimostra che un nuovo apprendimento è difficile anche per i cani più addestrati, ma nulla vieta di fare dei tentativi col proprio animale per testare la sua intelligenza. I risultati potrebbero sorprendere i padroni e dimostrare le capacità degli animali domestici.

Andrea Indiano

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here