Cinque regole per una salutare tintarella

Il sole alla pelle fa male, la fa invecchiare e può causare anche tumori. Se presa nel modo giusto, seguendo i consigli degli esperti e usando le creme appropriate la tintarella può avere anche effetti assolutamente benefici. Altraetà vi propone cinque regole per non dover rinunciare al piacere di sdraiarsi al caldo sole estivo.
Regola numero uno – Evitare esposizioni eccessive e relative scottature che hanno un effetto degenarativo sulle cellule: nelle ore più calde, quelle comprese tra le 13 e le 15.30 fatevi un pisolino all’ombra o in casa (meglio).

Regola numero due – prendete il sole gradualmente specie le prime volte. Il consiglio è di esporsi al sole dieci minuti il primo giorno, una mezz’oretta il secondo, tre quarti d’ora il terzo e via dicendo. In questo modo la pelle si abitua gradualmente al calore rendendo l’abbronzatura più lucida ed evitando scottature.

Regola numero tre – Applicare la crema adatta al proprio tipo di pelle. Prima della vacanza al mare programmate una visita nella vostra farmacia di fiducia e fatevi consigliare il tipo di crema che si addice per la vostra carnagione.

Regola numero quattro – indicativamente dal tipo di carnagione è fondamentale per tutti mantenere fattori molto alti i primi giorni per poi scendere gradualmente. Ci appartiene al fototipo I e II si consiglia di non abbassare mai troppo il livello di protezione della crema.

Regola numero cinque – applicare ogni ora la crema, specie dopo i bagni anche se è waterproof. Si consigliano circa due mg per cm quadrato di pelle, l’equivalente di una pallina da golf per il corpo mentre per il viso si consiglia una consistenza pari ad un cucchiaio da minestra.

Giulia Piaggio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here