fbpx

Ci vuole un gran fisico…per compiere 50 anni

È uscito il 7 marzo nelle sale cinematografiche di tutta Italia Ci vuole un gran fisico, divertente commedia che vuole raccontare la vita delle cosiddette “donne mature”. Eva (Angela Finocchiaro) sta per compiere cinquant’anni con tutto ciò che questo comporta: ogni mattina si guarda allo specchio e scorge una nuova ruga, deve pensare al mutuo da pagare, alla spesa da fare, ai panni da stirare.

Il caporeparto (Raul Cremona) della profumeria del centro commerciale in cui lavora, la tiene sotto tiro. A casa le cose non vanno meglio: viene raggirata dal suo ex-marito Gino (Elio) ed è costretta a mantenerlo, ha un rapporto conflittuale con la figlia Francesca (Antonella Lo Coco), mentre la madre Lidia (Rosalina Neri) vive la sua vita con leggerezza e non fa che esortarla a trovarsi un uomo.

Fortunatamente in suo aiuto arriva una persona “reale”, il collega Oscar (Jurij Ferrini), innamorato di lei, e un personaggio decisamente più “surreale”:  l’Angelo della Menopausa (Giovanni Storti) che l’aiuta ad aprire gli occhi e a cambiare prospettiva.

E così Eva, attraverso alcuni errori (ricorrere al botox la fa assomigliare a Joker di Batman) riesce a ritrovare se stessa, l’amore e le passioni che aveva messo in un cassetto come quella per la fotografia. Eva non finisce, così, come la sua panda verde (“Le cose rotte si devono buttare”) ma si reinventa un’ “altraetà”, forse più felice di quella vissuta fino a quel momento.

Primo lungometraggio della regista Sophie Chiarello, Ci vuole un gran fisico affronta il tema della maturità femminile con spirito giocoso, affermandosi come un unicum nel panorama italiano.

Mentre oltreoceano i film con protagonisti over 50 stanno, infatti, spopolando (da Merigold Hotel al Matrimonio che vorrei, fino a Quartet) in Italia questa divertente commedia fa da vera e propria apripista.

Nel film i siparietti “trash” (gli incubi ricorrenti della protagonista all’avvicinarsi del fatidico compleanno, la comparsa dell’Angelo…) si amalgamano con quelli realistici in cui tutte le donne (e perché no, anche gli uomini) possono riconoscersi. Non mancano i momenti divertenti supportati da una sceneggiatura originale (firmata da Angela Finocchiaro, Valerio Bariletti, Walter Fontana e Pasquale Plastino) e dall’interpretazione della bravissima Angela Finocchiaro e di tutto il cast.

“Credo si tratti di una commedia un po’ fuori dalla norma – ammette la regista Sophie Chiarello- che riempie un vuoto nel cinema italiano riproponendosi di raccontare le donne a tutti”.

Ed è proprio questo il vero senso di Ci vuole un gran fisico. Alcuni lo hanno definito un “film sulla menopausa” quindi un film “da donne”. Ma noi di AltraEtà invitiamo gli uomini ad andare al cinema, perché questo è un film per tutti, che aiuta a capire la psicologia, la difficoltà e l’importanza di alcuni momenti “di svolta” della vita.

c.p.

 

 

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!