Chirurgia estetica over 50, minifting e blefaroplastica

Dopo i primi appuntamenti con il dott. Noviello, ecco il nuovo contributo da lui curato e dedicato alla chirurgia estetica. Questa volta si parla di chirurgia estetica over 5o e di minifting e blefaroplastica.

Minifting e blefaroplastica: la chirurgia estetica alla ricerca dell’equilibrio.

• Blefaroplastica:
La blefaroplastica è un intervento eseguito per ridurre l’eccesso cutaneo e le borse palpebrali. Non tutti i pazienti hanno necessità di rimuovere sia la cute sia l’eccesso di grasso. Il risultato è un aspetto più riposato, armonioso e giovanile.
L’intervento, che presenta un’alta percentuale di soddisfazione da parte dei pazienti, è determinato da un numero variabile di fattori da tenere in considerazione, quali le condizioni del viso, la quantità e la qualità delle rughe presenti, la struttura ossea sottostante e le influenze ormonali. La procedura è eseguita a livello ambulatoriale in anestesia locale con sedazione e il paziente può ritornare a casa lo stesso giorno. Il lavoro e le attività sociali dovranno essere limitate per un periodo di dieci-quindici giorni.

Minilifting
Con il termine minilifting si intende una procedura di chirurgia estetica mininvasiva, che delicatamente risolleva i tessuti del terzo inferiore e medio del volto ridando tensione alla linea mandibolare e del collo. Il risultato è un aspetto più tonico, fresco e giovanile.
L’intervento di minilifting in presenza della corretta indicazione permette spesso di ottenere risultati simili a quelli di procedure classiche di lifting ma con minori complicanze, un recupero più rapido e risultati stabili nel tempo.
 Eseguito a livello ambulatoriale in anestesia locale con sedazione, il minilifting può essere combinato con altre metodiche di chirurgia estetica come, ad esempio, la blefaroplastica. Il lavoro e le attività sociali dovranno essere ridotte per un periodo di quindici giorni.

Sergio Noviello

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here