Durante il periodo natalizio si è sentito molto parlare del cashback. Partito l’8 dicembre e conclusosi con la fine dell’anno, il cashback sperimentale di Natale è stato l’incipit del piano “Italia Cashless” che ha preso avvio con l’inizio del 2021 e terminerà solo nel primo semestre del 2022. Chi non avesse avuto ancora modo di aderire iscrivendosi con l’app IO ha ancora tempo. 

Cos’è il cashback? 

Come anticipato, il cashback è un’iniziativa attuata dal Governo all’interno del piano “Italia Cashless”, il cui obiettivo è incentivare l’uso di carte e app per il pagamento, al fine di sviluppare un sistema più digitale, che sia anche moderno, veloce e trasparente. Attraverso il cashback, il cittadino che aderisce all’iniziativa ha diritto a una restituzione in denaro di una percentuale di quanto pagato senza contanti nell’arco di un semestre. 

Ma come funzionano i rimborsi e di che entità sono? Con il cashback si ha diritto a un rimborso del 10% se si usano carte di credito, bancomat, app o prepagate per gli acquisti. Si possono ricevere fino a 300 euro all’anno: al massimo 150 euro a semestre con un minimo di 50 pagamenti. Il rimborso massimo per una singola transazione non può superare i 15 euro. Attenzione, però: il cashback non vale per gli acquisti online. 

Come partecipare? 

Per partecipare, è necessario scaricare l’app IO della Pubblica Amministrazione (quindi essere in possesso di uno smartphone, di un pc o di un tablet). Per accedere all’app è richiesta l’identità digitale SPID oppure il Pin della Carta d’Identità Elettronica. In seguito, è possibile selezionare “Attiva cashback” e inserire il proprio Iban, fondamentale per ricevere il rimborso e selezionare uno o più mezzi di pagamento elettronici. 

È possibile accedere al cashback anche senza scaricare la app IO ma rivolgendosi a banche e società che emettono carte e app per il pagamento (come Nexi o Poste Italiane) Qui si trova l’elenco aggiornato

Cos’è il Supercashback? E la Lotteria degli Scontrini? 

Esiste anche un Super cashback. Più che di un rimborso si tratta di un premio. I 100mila cittadini che hanno accumulato in un semestre il maggior numero di transazioni possono ricevere 1.500 euro. Non contano gli importi spesi ma il numero di transazioni. Sull’app IO sarà possibile verificare la propria posizione in classifica e tenere d’occhio il primo e il 100millesimo utente, per capire quante transizioni mancano per entrare in graduatoria. Così, in un anno, si possono ottenere fino a 3.000 euro indietro sugli importi spesi. 

Per quanto riguarda la Lotteria degli Scontrini, il suo avvio è stato spostato di qualche settimana. Si tratta di una lotteria nazionale con estrazioni settimanali, mensili e annuali. Da febbraio 2021 gli acquisti fatti con carte e app genereranno dei biglietti virtuali della lotteria. Per partecipare bisogna andare sul sito della Lotteria e inserire il proprio codice fiscale nell’apposita sezione per ottenere un codice identificativo, che va memorizzato e mostrato all’esercente ogni volta che si effettua un acquisto con modalità elettronica.

 

Micol Burighel

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here