Case di villeggiatura: ecco come farle risplendere dopo i mesi di inutilizzo

È tempo di vacanze e molte persone si preparano per raggiungere la propria casa di villeggiatura, pronta a essere vissuta dopo un lungo periodo di inutilizzo. Ma occhio alle brutte sorprese causate da umidità e intemperie: tracce di muffa sulle pareti, vernice stinta sugli infissi, serrature che fanno fatica a funzionare e attrezzature da spiaggia arrugginite. Per godersi al meglio la casa vacanza, sarebbe meglio non farsi trovare impreparati.

Ecco i cinque consigli di Arexons per far risplendere la propria residenza estiva.

  1. Non lesinare con il cosiddetto “olio di gomito” per pulire da cima a fondo la casa, armandosi di aspirapolvere e stracci. Come prima cosa, è bene rimuovere polvere, ragnatele, e con particolare attenzione e delicatezza anche la sabbia, per non rovinare mobili e pavimenti.
  2. Intervenire subito su muffe e macchie derivanti da umidità invernale e possibili infiltrazioni.
  3. Per proteggere cancelli, cancellate, basculanti sottoposti a intemperie e salsedine, può essere utile applicare della vernice con materiali protettivi.
  4. Rimuovere la ruggine rimane sempre uno dei compiti più impegnativi, ma di assoluta importanza per manutenere una casa. L’umidità può rovinare anche tavolini, sedie e sdraio; anziché cambiarli ogni volta, basterà carteggiare e applicare un antiruggine.
  5. La ruggine può provocare problemi in serrature, meccanismi di scorrimento o apertura, facilmente risolvibili con un lubrificante. Questi oli sbloccanti possono essere utilizzati anche a fine stagione, prima di chiudere casa, per proteggere ed evitare disagi alla prossima vacanza

Una volta finita la vacanza, il consiglio è proprio quello di ripetere questi passi anche prima di ripartire per la città, in modo da lasciare la propria abitazione pronta per le prossime vacanze.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here