Quando si superano i 50 anni e arriva la menopausa, sempre più donne ricorrono a cure più decise per mantenere una chioma sana e lucente. Quella delle over 50 è, infatti, la fascia di età più sensibile all’haircare e il motivo è semplice. In post menopausa si accentuano problemi dei capelli come la disidratazione che causa mancanza di elasticità e di luminosità. Senza considerare che dopo una certa età anche il cuoio capelluto diventa più sottile, a causa dell’invecchiamento biologico e questo provoca una riduzione del diametro dello stelo del capello. Esistono però diversi rimedi per mantenere una chioma sana e luminosa anche dopo i 50 anni.

Capelli in menopausa, sì a shampoo e balsamo ma delicati

Dopo una certa età uno dei metodi migliori per prendersi cura dei propri capelli è quello di scegliere degli shampoo delicati e nutrienti, così da limitare la perdita di idratazione e il conseguente spezzamento. All’azione dello shampoo è bene abbinare quella di balsami e maschere rinforzanti al fine di ristrutturare la fibra. I prodotti con arginina sono l’ideale. L’arginina è un amminoacido essenziale fondamentale per la costituzione della fibra capillare, riconosciuto per favorire la micro-circolazione del cuoio capelluto. Inoltre, aiuta a ottimizzare gli scambi nutrizionali a livello del bulbo.

Gli integratori sono ottimi alleati

I trattamenti esterni per mantenere una chioma sana e fluente sono fondamentali, così come lo sono i trattamenti che agiscono dall’interno del corpo umano. Questi sono a base di integratori specifici che contengono miglio e biotina, due amminoacidi che contribuiscono a mantenere il capello sano e vigoroso. Questi possono essere comprati in farmacia, nelle parafarmacie e nelle erboristerie ed è bene assumerli dopo aver consultato il proprio medico di base.

Capelli in menopausa, l’ossigenoterapia è un’arma segreta


Dopo aver analizzato i trattamenti homemade, diamo un’occhiata a un trattamento che sta prendendo sempre più piede all’interno dei saloni di bellezza, quello dell’ossigenoterapia.
L’ossigenoterapia dei capelli funziona sfruttando l’uso dell’ossigeno puro al 99,5% sul cuoio capelluto che, adeguatamente stimolato, facilita la rigenerazione cellulare e permette al capello di ripristinare correttamente la propria struttura.

Attualmente esistono tre tipi di trattamento a base di ossigenoterapia.

  • Ossigenoterapia per capelli secchi, spenti e sfibrati, sui quali agisce sfruttando appieno l’ossigeno puro per donare al capello luminosità e vitalità assolute
  • Trattamento di ossigenoterapia per forfora e seborrea, che contrasta i principali effetti: riduce la forfora grassa e la produzione di sebo, ossigenando di fatto il capello che subito appare libero da ogni impurità
  • Ossigenoterapia per calvizie e alopecia. Qui l’ossigeno agisce alla radice consentendo un veloce rinfoltimento e ripristino del capello.

Andrea Carozzi

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here