Ritorna “Io respiro”, la campagna che sensibilizza gli over 65

Torna per il secondo anno la campagna “Io respiro” realizzata dal Centro Studi di Economia Sanitaria in collaborazione con Senior Italia FederAnziani e con il contributo non condizionato di Menarini. Prevenzione, corretti stili di vita e gestione delle patologie croniche al centro del grande programma di sensibilizzazione per gli over 65. La campagna del 2019 ha consentito di raggiungere 11mila over 65, attraverso convegni diffusi capillarmente su tutto il territorio nazionale e la realizzazione di 10mila spirometrie.

Le attività programmate

L’iniziativa prevede 120 convegni in tutta Italia all’interno dei centri sociali per anziani. Gli incontri saranno dedicati alla prevenzione e alla salute respiratoria. Saranno coinvolti medici specialisti a disposizione degli over 65. Gli pneumologi nel corso dei convegni illustreranno l’importanza dei corretti stili di vita (lotta al tabagismo) e insegneranno a riconoscere i sintomi delle malattie respiratorie e a non sottovalutarli. Inoltre, è prevista anche l’organizzazione di spirometrie gratuite per coloro che ne facciano richiesta. La campagna diventa così un’importante occasione per monitorare la salute dei senior.

Indagine sulla salute dei senior

La campagna rappresenta al tempo stesso il punto di partenza di un grande lavoro di indagine sulla salute della popolazione senior. Nel corso degli incontri, infatti, i partecipanti ricevono un questionario da compilare. A conclusione della campagna, le risposte dei senior permetteranno di comprendere il livello di consapevolezza attualmente esistente rispetto alle malattie respiratorie.

La campagna di sensibilizzazione sul web

Oltre ai convegni e agli screening di massa, l’iniziativa è affiancata da una campagna di comunicazione. Attraverso il web e i social network. “Io respiro” spiega agli anziani e ai caregivers l’importanza di adottare stili di vita corretti. Non solo: la campagna punta sulla centralità della prevenzione e aiuta gli over 65 a riconoscere i sintomi per diagnosticare tempestivamente alcune malattie respiratorie. Che, se prese in tempo, possono essere gestite efficacemente con un significativo miglioramento della qualità della vita.

Una malattia come la BPCO

La BPCO (Bronco pneumopatia cronica ostruttiva) è una delle malattie respiratorie più diffuse. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che nel 2020 diventerà la terza causa di morte e quinta causa di invalidità a livello mondiale. In Italia, le malattie respiratorie rappresentano già la terza causa di morte dopo quelle cardiovascolari e oncologiche e sono destinate ad aumentare costantemente a causa dell’invecchiamento della popolazione. La prevalenza della BPCO aumenta con l’età fino a raggiungere il 10,8% negli ultrasettantacinquenni, rispetto al 3,1% di prevalenza generale. Per questo, per diffusione e conseguenze, è importante prevenire, conoscere i sintomi e sottoporsi a controlli periodici. E la campagna “Io respiro” lo ricorda a tutti gli over 65.

1 COMMENT

  1. D’accordo x gli animali che possono esseri tumulati accanto agli umani loro compagni di vita ?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here