Da che mondo è mondo, la prima mattina ha l’aroma del caffè. Molte persone, infatti, si svegliano e per prima cosa si preparano una bella tazza, o tazzina, di caffè bollente per fare il pieno di energie e scrollarsi di dosso gli strascichi del sonno appena concluso. Ma questa consuetudine ha effetti benefici sull’organismo umano? Secondo un recente studio dipende se lo si fa prima o dopo aver fatto colazione. Bere caffè prima di colazione potrebbe addirittura aumentare il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Bere caffè prima di colazione aumenta il rischio sviluppare il diabete di tipo 2?

Uno studio portato avanti dal Centre for Nutrition, Exercise & Metabolism dell’Università di Bath nel Regno Unito e pubblicato sul British Journal of Nutrition, sembra evidenziare che bere caffè a stomaco vuoto prima di fare colazione aumenta la risposta glicemica del 50%, rispetto a chi invece è solito mangiare prima di berlo.


I dettagli dello studio 

Per giungere a queste conclusioni, il team di ricercatori dell’Università di Bath hanno analizzato i valori della glicemia di 29 adulti sani (uomini e donne) sottoposti a tre esperimenti notturni in grado di collegare la qualità del sonno all’alimentazione e allo sviluppo del diabete di tipo 2.

Scendendo nel dettaglio, nella prima rilevazione i partecipanti dormivano normalmente e al loro risveglio consumavano una bevanda zuccherina (che simulava la colazione per calorie e contenuti di zuccheri). Nella seconda rilevazione i partecipanti venivano sottoposti ad un regime di sonno interrotto (venivano svegliati ogni ora per 5 minuti) e poi al risveglio definitivo gli veniva somministrata la stessa bevanda zuccherina. Nella terza e ultima rilevazione, i partecipanti hanno sperimentato il regime di sonno interrotto e hanno bevuto un caffè nero forte 30 minuti prima di consumare la bevanda zuccherina.


Caffè prima di colazione, i risultati dello studio

Al termine di ogni test i ricercatori dell’università inglese hanno prelevato dei campioni di sangue ai partecipanti notando come il sonno povero non influisse molto sul loro metabolismo e sull’indice glicemico. Al contrario hanno rilevato come l’assunzione di caffè nero prima di fare colazione sia in grado di creare problemi al controllo della glicemia. Nello specifico, secondo le rilevazioni di questo studio, il caffè nero forte consumato prima della colazione aumenta notevolmente la risposta del glucosio nel sangue alla colazione di circa il 50%.

Questo studio sembra, quindi, rilevare che bere caffè prima di fare colazione possa limitare la capacità dell’organismo di tollerare lo zucchero e di mantenere sotto controllo la glicemia. Ovviamente, come sottolineato dagli stessi autori dello studio, è bene effettuare nuovi studi in grado di dimostrare se la caffeina assunta a stomaco vuoto possa effettivamente favorire lo sviluppo di patologie dannose per il metabolismo. Come il diabete di tipo 2. 

Andrea Carozzi

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here