Il bonus vacanze 2020 è uno dei provvedimenti presi dal governo a sostegno del turismo in seguito all’emergenza Coronavirus. L’anno scorso per noi over era disponibile un voucher per le vacanze, quest’anno con la situazione radicalmente cambiata il governo ha pensato a questo strumento nel tentativo di sostenere il turismo e le spese degli italiani fiaccati dalla pandemia. Dal 1° luglio è possibile richiedere il bonus vacanze: scopriamo come fare!

bonus vacanza 2020

Bonus vacanze: a chi è rivolto?

Il bonus vacanze è rivolto a tutti i nuclei familiari con un reddito ISEE fino a 40.000 euro e può essere utilizzato per il pagamento di pernottamenti o altri servizi offerti da alberghi, agriturismi o b&b in Italia. Il bonus varia a seconda dei componenti del nucleo familiare:

  • 150 euro per un nucleo composto da una sola persona
  • 300 euro per un nucleo familiare composto da due persone
  • 500 euro per famiglie con tre o più persone

Siccome il criterio è quello dell’ISEE, assicuratevi di essere in possesso di una dichiarazione sostitutiva unica (DSU) valida, da cui risulta un indicatore ISEE non superiore a 40.000 euro.

Come richiedere il bonus vacanze

Il bonus vacanze può essere richiesto a partire dal 1° luglio e può essere utilizzato fino al 31 dicembre 2020. Il bonus si può richiedere installando l’app IO, l’app dei servizi pubblici scaricabile gratuitamente. Si può accedere all’app con l’identità digitale SPID o la carta d’identità elettronica ed una volta verificati i requisiti per avere diritto al bonus sarà possibile richiederlo. Verrà fornito al richiedente un codice univoco ed un QR code per utilizzare il bonus.

bonus vacanze

Come utilizzare il bonus

Il bonus vacanze è una misura per il sostegno del turismo nostrano e potrà quindi essere usato per le vacanze in Italia. L’80% del bonus copre il pagamento del servizio turistico richiesto e il restante 20% costituisce detrazione d’imposta in sede di dichiarazione dei redditi. L’80% del bonus, quindi, sarà scontato da quanto dovuto alla struttura turistica presso la quale sarà utilizzato e la restante parte sarà detratta dalle imposte nella dichiarazione dei redditi 2021.

Lo sconto può essere utilizzato solo da una persona del nucleo familiare (anche diversa da chi ne ha fatto richiesta) e deve essere speso in unica soluzione presso un’unica struttura ricettiva. La prova del pagamento dovrà essere una fattura o un documento commerciale (scontrino o ricevuta fiscale) con indicazione del codice fiscale di chi lo utilizza. Il pagamento, poi, deve avvenire senza l’intermediazione di portali che non siano agenzie di viaggio o tour operator italiani.

come richiedere bonus vacanze

Non sapete dove andare in vacanza? Seguiteci perché nei prossimi giorni vi daremo qualche idea originale!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here