Bonus Ristrutturazione, c’è tempo fino al 31 dicembre

State pensando di ristrutturare casa, ma non sapete come accedere al Bonus Ristrutturazione 2019? Nessun problema, c’è tempo fino al 31 dicembre per usufruire di questa agevolazione fiscale.

Vediamo come poter usufruire di questo incentivo. Innanzitutto, è bene sottolineare che il Bonus Ristrutturazione 2019 può essere richiesto dai proprietari di un immobile, dai conduttori e dagli usufruttuari.

Il bonus consiste in una vera e propria detrazione Irpef pari al 50% delle spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia sostenute dal primo gennaio 2019 al 31 dicembre 2019; quindi chiunque ha intrapreso opere di ristrutturazione o intende intraprenderle fino al 31 dicembre di quest’anno può usufruire di questa opportunità.

Oltre al Bonus Ristrutturazione, la manovra prorogata dal governo (era già stata varata dalla precedente legislatura) prevede anche il Bonus Mobili che riguarda l’acquisto di mobili ed elettrodomestici e il Bonus Verde che rappresenta un ulteriore sostegno fiscale per chi vuole un aiuto economico per ristrutturare giardini e terrazzi privati o condominiali.

Come funziona?

Se si è interessati a usufruire del bonus bisogna prima di tutto effettuare il pagamento delle spese con un bonifico che indichi la causale e il codice fiscale del beneficiario della detrazione e quello del destinatario del pagamento conservando la documentazione. Una volta in possesso di questa documentazione, chi intende usufruire della detrazione può detrarre il 50% delle spese sostenute fino a un massimo di 96 mila euro, suddividendo la somma della detrazione in dieci quote annuali di pari importo.

È bene sottolineare che la prima detrazione è da inserire nella dichiarazione dei redditi dell’anno successivo quindi in quella che verrà redatta nel 2020. Le vere novità di questo Bonus Ristrutturazioni è che rispetto a quello precedente sono state aumentate sia la percentuale detraibile, che è passata dal 36 al 50%, sia il tetto massimo entro il quale è possibile richiederla ossia i 96 mila euro.

Chi può usufruire del Bonus?

A usufruire del Bonus Ristrutturazioni sono i proprietari degli immobili, i conduttori ossia chi si trova in affitto, gli usufruttuari ossia coloro che usufruiscono di un immobile (ad esempio il figlio del proprietario che non possiede l’immobile e non paga l’affitto), i nudi proprietari e i soci di cooperative che utilizzano un immobile per scopi legati alla cooperativa.

Quali documenti servono?

Oltre al già citato bonifico “parlante” con il quale si dichiarano le spese sostenute e il beneficiario del pagamento (la ditta incaricata per la ristrutturazione) sarà necessario presentare la domanda di accatastamento dell’immobile, le ricevute relative al pagamento dell’Imu, la dichiarazione di consenso all’esecuzione dei lavori (per lavori condominiali è sufficiente la delibera dell’assemblea) e infine le concessioni e le autorizzazioni allo svolgimento dei lavori.

Andrea Carozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here