Bonus baby sitter per nonni: come ottenerlo

Con la circolare Inps 73/2020 è arrivata la risposta ad una domanda che circolava già da un po’ di tempo. Il bonus baby sitter, dal valore massimo di 1.200 euro, potrà essere utilizzato per pagare nonni e zii che accudiscono i nipoti mentre i genitori sono al lavoro. Il tutto ad un’unica condizione: i nonni o gli altri parenti non devono risiedere nella stessa casa dei bambini accuditi.

Nonni baby sitter, una risorsa solida per le famiglie italiane

Non è difficile immaginare che a questo provvedimento seguirà un boom di richieste dai prossimi giorni. I nonni baby sitter sono infatti una colonna portante per le famiglie italiane.

Stando ai dati Istat più recenti, quando entrambi i genitori lavorano, nel 60,4% dei casi i bambini sotto i due anni vengono lasciati ai nonni. Si sale al 61,3% quando i bambini hanno tra i 3 e i 5 anni.

Chi può richiedere il bonus?

Il bonus è rivolto a tutte le famiglie, anche affidatarie, con figli minori di 12 anni. In caso di disabilità il limite di età non c’è. Il bonus non può essere richiesto dalle famiglie in cui vi sia un genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa (Naspi, Cigo, indennità di mobilità) o altro genitore disoccupato o non lavoratore. In queste circostanze sussiste incompatibilità e divieto di cumulo. Il bonus baby sitter è incompatibile anche con il bonus asilo nido e con il congedo parentale.

Come richiedere il bonus

Chi desidera richiedere il bonus baby sitter deve aprire una posizione Inps con Pin. Anche chi svolgerà la mansione di baby sitter dovrà registrarsi sul portale web dell’Inps. In parole povere, il nonno, la nonna o il parente che si prenderà cura dei bambini deve seguire una procedura di registrazione standard sul sito dell’ente. Per compilare la domanda occorre essere in possesso di una tra le seguenti credenziali:

  • Spid
  • Carta d’identità elettronica 3.0
  • Carta nazionale dei servizi.

A seconda della scelta che verrà fatta in sede di richiesta, la somma verrà caricata su:

  • Conto corrente bancario o postale
  • Libretto postale
  • Carta prepagata con Iban
  • Bonifico domiciliato presso Poste Italiane

Per le famiglie interessate, sarà possibile richiedere il bonus baby sitter ed effettuare la registrazione al portale Inps per ricevere il credito fino al 31 dicembre 2020.

Qui l’editoriale della direttrice di Altraetà Daniela Ameri sul bonus baby sitter per nonni.

Andrea Carozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here