fbpx

Bellezza over 50: prevenire l’eritema solare e abbronzarsi senza rischi

Arrivata l’estate e, soprattutto, le meritate vacanze quasi tutti non vedono l’ora di sdraiarsi al sole in spiaggia a godersi il relax, di fare lunghe passeggiate in montagna o di trascorrere il tempo libero facendo sport. Ma, tra i guastafeste sotto il sole, arriva puntuale l’eritema solare, l’ustione di primo grado che colpisce lo strato superiore della pelle dopo una erronea esposizione al sole.

L’epidermide “color gamberone”e il prurito, accompagnati da mal di testa e, talvolta, febbre, sono il segnale inequivocabile che non si è stati abbastanza prudenti nel proteggere il corpo dai raggi UV.

La prevenzione

Fortunatamente l’eritema è prevenibile in maniera molto semplice, ma se non ci si protegge correttamente i rischi in cui si va ad incorrere possono essere molto gravi.

Munirsi di crema solare. Per prima cosa non bisogna mai esporsi al sole senza protezione. Dal primo all’ultimo giorno, infatti, ci si deve munire di creme solari scegliendo il fattore protettivo in base al proprio fototipo. Anche quando la pelle sarà già abbronzata non tralasciate la crema: oltre a proteggere vi permetterà di mantenere più a lungo la tintarella. Se siete sportivi o se detestate le creme perché vi fanno sudare, chiedete in farmacia e profumeria le soluzioni spray che risultano leggere sulla pelle e invisibili. Non dimenticate di proteggere anche il viso e le labbra con gli stick specifici ed anche i piedi.

L’abbigliamento tra gli alleati di una sana protezione. Tra i fattori di protezione non deve essere dimenticato l’abbigliamento. Optate per indumenti leggeri, come il lino e il cotone, oltre a un cappellino per proteggere la testa, coprendo anche quelle parti del corpo che si tende a dimenticare ( ad esempio il collo per gli uomini e per chi ha un taglio di capelli molto corto).

Attenzione agli orari. Altro aspetto da non dimenticare è l’orario di esposizione al sole. Non solo per l’eritema, ma per la salute in generale, evitate le ore più calde. Soprattutto i primi giorni, esponetevi al sole nella prima mattinata e nel secondo pomeriggio, ovvero fino alle 11.30 circa e dalle 16.00 in poi.

Alimentazione, il miglior alleato per una perfetta tintarella. Mangiare in modo corretto può aiutare ad abbronzarsi e a sentirsi in forma. Per prepararsi alle vacanze sotto il sole è bene mangiare i cibi ricchi di betacarotene come  le carote, le pesche e i pomodori.

Curare l’eritema

Se non siete riusciti a evitare l’eritema come prima cosa per curarlo dovete evitare l’esposizione al sole, in modo da non alimentare l’ustione. In caso di scottatura leggera utilizzate gel naturali, come quelli all’aloe, e molta crema idratante, dopo sole e oli specifici. Bevete sempre molta acqua (anche se non avete l’eritema solare) e, in caso vi sentiate febbre, mal di testa forte e vertigini, contattate il medico di fiducia.

I rischi di una continua esposizione al sole con l’eritema

Oltre alla sensazione di malessere, una scorretta esposizione al sole può mettere gravemente a repentaglio la salute. Se i raggi solari ultravioletti infatti vengono assorbiti dagli strati più profondi dell’epidermide si può rischiare di contrarre il melanoma.

Redazione

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!