Australia: un’isola grande quanto un continente

Esiste un’isola che è al contempo la più grande al mondo e il continente più piccolo. Stiamo parlando dell’Australia.
Caratterizzata da vastissimi spazi e da una natura pressoché incontaminata, poiché ad abitare un territorio grande trentadue volte l’Italia sono appena 20 milione di persone.

Le metropoli australiane come Sidney, Melbourne, Adelaide e Perth sono tra le gradi città dove la qualità della vita raggiunge gli standard più elevati. Si tratta, infatti, di moderni centri urbani costruiti negli ultimi due secoli facendo attenzione a rispettare la natura e di non soffocarla.

Situata poco a sud dell’Indonesia e della Papua Nuova Guinea presenta un territorio costituito da aridi bassopiani e qualche deserto situati all’interno, e una costa più umida e fertile, lungo la quale si concentra la maggior parte della popolazione.

Si tratta di un vero paradiso naturalistico, vantando circa 500 aree coperte che coprono il 13% del territorio, all’interno del quale la natura ha potuto dominare incontrastata elaborando specie animali e vegetali uniche al mondo, come i canguri, i koala, gli emù, gli ornitorinco, l’opossum, il dingo o l’albero della gomma e più di 700 varietà di eucalipti.

Inizialmente abitata esclusivamente da aborigeni, nel 1770 che venne “scoperta” dal capitano inglese James Cook, il quale decise di trasformarla in colonia penale per galeotti britannici. Da quel momento in poi ebbe inizio la colonizzazione europea, attratta dalle risorse minerarie del continente, che diede origine alla caccia all’oro.

Grazie alla sua genesi l’Australia è oggi una delle nazioni più ricche e progredite sotto tutti i punti di vista. Caratterizzata da una società aperta basata totalmente sulla multicultura dovuta a 140 diversi gruppi etnico-linguistici che la compongono.

L’Australia offre anche molto da vedere, a partire dalle moderne metropoli dall’animo coloniale vittoriano come Sydney, affacciata su una delle più suggestive baie del mondo, Cairns, porta di accesso per la Barriera Corallina e della Foresta Pluviale, Darwin, la capitale del nord caratterizzata da piante di mango, banyan e fiori tropicali, Adelaide, la capitale del sud, affacciata sull’Oceano Indiano e, infine, Melbourne, armonico insieme di edifici storici, grattacieli moderni e design contemporaneo.

L’Australia offre, però, soprattutto paesaggi naturali unici al mondo come la Grande Barriera Corallina, ubicata al largo della costa orientale del Queensland e protetta dall’Unesco, essendo la più lunga barriera corallina esistente al mondo, dove si possono ammirare varie specie di coloratissimi coralli, pesci tropicali, stelle di mare e anemoni giganti.

Oltre a questa si può ammirare la foresta pluviale e la sua fauna selvaggia, caratterizzata da coccodrilli, koala, canguri e i famosi alberi della pioggia o ammirare innumerevoli specie di piante, animali e uccelli nel parco Kakadù, il più grande del continente, all’interno del quale si possono ammirare la maggior concentrazione di pitture rupestri prodotte dagli aborigeni.

Ma il vero simbolo dell’Australia è l’Ayer Rock, il monolite di roccia nel deserto di Uluru più grande della terra, capace di cambiare colore con il mutare della luce, dal rosso acceso fino al viola.

(Redazione)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here