fbpx

Astrazeneca raccomandato agli over 60, il parere del Cts

Dopo diversi accertamenti è stato appurato che sussiste un nesso tra il vaccino Astrazeneca (Vaxzevria) e alcuni casi (seppur rari) di trombosi.

I casi sono stati rilevati soprattutto in donne di età inferiore ai 60 anni e proprio per questo motivo una circolare diramata dal ministero della salute raccomanda l’uso preferenziale del vaccino Astrazeneca nelle persone di età superiore ai 60 anni. Gli over 60 non sarebbero soggetti ai gravi effetti collaterali provocati (seppur in rari casi) nelle persone più giovani.

Negli over 60, si legge nel documento, il verificarsi di episodi di trombosi è risultato “addirittura inferiore rispetto alle aspettative”

Astrazeneca, il parere del Comitato Tecnico Scientifico

Il parere del Comitato Tecnico Scientifico sul rapporto rischi-benefici del farmaco Astrazeneca si conferma comunque positivo perché il vaccino anglo svedese si è rivelato efficace nel ridurre il rischio di contrarre il Covid-19 in forma grave. Questo comporta meno ospedalizzazioni e meno morti per coronavirus.

Nessun problema con la seconda dose

Sempre stando ai dati forniti dal documento diramato pochi giorni fa dal Comitato Tecnico Scientifico, il vaccino Astrazeneca non provocherebbe effetti collaterali nella seconda somministrazione, che però, va ribadito, non è stata ancora somministrata su larga scala. Inoltre, sempre stando ai dati del CTS gli effetti collaterali legati al vaccino in questione diminuiscono progressivamente con l’aumentare dell’età.

I casi si verificano 14 giorni dopo la prima dose AstraZeneca

Il Cts ha comunque rilevato che i rari episodi di trombosi “sono stati osservati per lo più entro 14 giorni dalla somministrazione della prima dose di vaccino”. Sul perché del verificarsi degli episodi di trombosi – “fra i quali casi rari di trombosi venosa dei seni cerebrali, trombosi splancniche e arteriose” – la circolare sottolinea che, per il momento, “non è possibile esprimere raccomandazioni circa l’individuazione di specifici fattori di rischio”.

Andrea Carozzi

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!