Dal 5 maggio sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile la dichiarazione dei redditi precompilata e a partire dal 14 maggio e fino al 30 settembre di quest’anno si potrà accettare, modificare e inviare il 730 oppure modificare il modello Redditi, che, invece, potrà essere trasmesso dal 19 maggio al 30 novembre.

Spese sanitarie più complete

Nella dichiarazione precompilata 2020 si moltiplicano le informazioni sugli oneri e sulle spese deducibili e detraibili. Oltre alle informazioni già presenti nelle dichiarazioni degli anni precedenti, quest’anno fanno ingresso nella precompilata le spese per le prestazioni sanitarie dei dietisti, dei fisioterapisti, dei logopedisti, degli igienisti dentali, dei tecnici ortopedici e di tante altre categorie di professionisti sanitari. Rientrano, inoltre, nel modello precompilato le spese sanitarie per le prestazioni erogate dalle strutture sanitarie militari. Si fanno spazio in dichiarazione anche i contributi previdenziali versati all’Inps con lo strumento del “Libretto famiglia”.

Cosa può fare l’erede?

Un’altra novità della precompilata 2020 è la possibilità per l’erede di utilizzare il 730, oltre che il modello Redditi, per la presentazione della dichiarazione dei redditi per conto del contribuente deceduto. Per l’utilizzo del modello 730 è necessario che la persona deceduta abbia percepito nel 2019 redditi dichiarabili con tale modello (da lavoro dipendente, pensione e alcuni redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente).

Le prossime scadenze

A partire dal 5 maggio il modello sarà disponibile sia per chi presenta il 730 sia per chi presenta il modello Redditi. Il contribuente e i soggetti delegati potranno visualizzare la dichiarazione precompilata e l’elenco delle informazioni disponibili, con l’indicazione dei dati inseriti e non inseriti e delle relative fonti informative. Il 730 potrà essere inviato a partire dal 14 maggio e fino al 30 settembre. Anche il modello Redditi può essere modificato dal 14 maggio ma può essere trasmesso dal 19 maggio al 30 novembre.

Deleghe per non recarsi negli uffici dell’Agenzia delle Entrate

Per il periodo d’imposta 2019 e fino alla fine dell’emergenza da Covid-19, dipendenti e pensionati possono inviare in via telematica a Caf e professionisti la «copia per immagine» (anche la foto col cellulare) della delega all’accesso alla precompilata, insieme alla copia della documentazione necessaria e di un documento di identità (articolo 25, Dl 23/2020). In caso di necessità dovuta alla mancanza di stampanti o scanner – al posto della firma della delega – il contribuente può inviare anche l’immagine di un’autorizzazione in carta libera, un video o un’email, anche depositata nel cloud dell’intermediario.

Dichiarazione Precompilata 730, Agenzia delle Entrate

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest

Andrea Carozzi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here