fbpx

Aloi, psicanalista: il difficile rapporto con i figli

La nostra collaboratrice, la psicanalista Grazia Aloi, scandaglia oggi il difficile ruolo del genitore.  Se va bene, li facciamo nascere almeno due volte, i nostri figli. La prima, quando li generiamo e la seconda quando, dopo nati, non li uccidiamo.

Ne sanno qualcosa le tante madri delle tante Biancaneve e i tanti Laio padri di tanti Edipo. Il mito non ce la racconta giusta. Vorrebbe farne un caso di legittima difesa… e invece sotto c’è la gelosia per la perdita del potere. Ma, d’altra parte, il mito esiste proprio per raccontarci le cose come sono e come non sono. Sta poi a noi decidere.

La frustrazione è sempre difficile da tollerare e chi mai è psichicamente contenta di avere una gran bella figlia, ancora più bella della madre? Abbozziamo, facciamo finta e – se non l’ammazziamo – sublimiamo con tutto il cuore di mamma. Per fortuna non ci sono più specchi parlanti e le coscienze fanno progressi accettando che i figli sono del mondo e non nostri. E  se poi i paletti  del pudore e della coscienza funzionano,  lasciamo in eredità un bel nostro sostituto di rappresentanza, che – tra l’altro –  non guasta nessun narcisismo.

E i padri? Che ne sanno loro che non sempre le ciambelle riescono con il buco… Se un figlio vuole la madre, a nulla serve bucargli i piedi e abbandonarlo, castrato, su un monte. Tanto vale stare al gioco delle parti e non mollare il campo.  Chissà, magari il figlio capisce e lascia stare la madre, aspettando la sua, di donna.

E tanto vale dare i nomi giusti: la sensualità dei nostri figli ci brucia un po’, loro lì così belli e forti tanto da costringerci a inventarci qualcosa. Crono se li è persino mangiati i suoi figli, ma è andata male anche a lui. Nessuno si salva, c’è sempre una nemesi pronta a fare il tifo per i figli. E se invece ci salviamo, vuol dire che non li abbiamo uccisi.

Ma vuoi vedere che se non capiamo granché dei figli sarà perché abbiamo capito poco di noi?

Dott.ssa Grazia Aloi

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!