Alfa Romeo lancia la nuova Giulia 1.3 T4

Alfisti di tutto il mondo allacciatevi le cinture perché il 2019 vedrà l’esordio di una nuova versione – molto briosa – dell’Alfa Romeo Giulia, una delle vetture di punta del listino di Alfa.

Dopo aver dotato i suoi veicoli con i nuovi motori di ultima generazione (i Firefly), la casa del Biscione sta preparando il campo in vista del lancio della nuova Giulia 1.3 T4. La peculiarità di questo nuovo gioiello di Alfa Romeo risiede proprio nel suo nuovo motore, il piccolo ma molto potente 1.3 T4 da 180 CV e 270 Nm di coppia, che affiancherà i motori più potenti attualmente in dotazione sulla linea Giulia.

Stando alle anticipazioni di Alfa, la Giulia 1.3 T4 dovrebbe debuttare nella primavera del 2019 a un prezzo di circa 39 mila euro. Il motore Firefly 1300 T4 conta sulla potenza di ben 180 cavalli e si presenta molto più leggero rispetto a quelli attualmente in dotazione; tutti superiori ai 2000 cc di cilindrata.

Il propulsore 1.3 T4 pesa solo 110 kg e garantisce una velocità massima di circa 228 km all’ora; un bel bolide se si pensa che la cilindrata è appena un 1300. L’obiettivo della casa del Biscione è quindi quello di intercettare una fascia di pubblico che desidera mettersi alla guida di una macchina dalle prestazioni brillanti senza spendere cifre troppo elevate per la manutenzione ordinaria (bollo e carburante).

Scendendo nelle specifiche tecniche, la Giulia 1.3 T4 avrà una massa di circa 1.330 kg e garantirebbe consumi competitivi; si parla di 5,8 litri di benzina per percorrere 100 km nel misto equivalanti a poco più di 17 km/litro.

La nuova Alfa conta inoltre sulla dotazione di un cambio automatico At8 a otto marce e sulla presenza di un filtro anti particolato. Anche l’accelerazione è molto appetibile per chi cerca quel brio in più durante la guida: la nuova Giulia 1.3 T4 garantisce il raggiungimento di 100 chilometri orari in sette secondi netti.

La Giulia 1300

Con questa nuova vettura Alfa Romeo guarda al futuro strizzando un occhio al passato. Gli automobilisti più avanti con l’età non avranno di certo dimenticato la mitica Giulia 1300 degli anni Settanta, una macchina che ha fatto storia sia per prestazioni sia per robustezza, e che fu data in dotazione anche alle forze dell’ordine italiane. Staremo a vedere se l’erede sarà all’altezza della sua gloriosa antenata.

Andrea Carozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here