“Alcol: bugie e verità”, un libro contro l’abuso di alcolici

“Alcol: bugie e verità”, un libro contro l’abuso di alcolici

Alcol: bugie e verità ovvero Tutti i rischi del bere. Titolo di un libro già esplicativo di come non si conoscano mai abbastanza i rischi di assumere alcolici in eccesso, cattiva cultura di una società dove l’abuso è trasversale e riguarda tutte le età.

I danni sono gravissimi, socialmente ed economicamente. A metterlo ancora una volta in evidenza è l’autore dell’opera, uno dei maggiori esperti del problema a livello europeo. Gianni Testino, epatologo e direttore del Centro Alcologico Regionale presso l’ospedale di San Martino, che della lotta contro l’ignoranza sull’alcol e suo abuso sta facendo da anni una sua missione, al di là del dovere e dell’impegno professionale. «I contenuti di questo libro – spiega l’insigne medico – si fondano rigorosamente sull’evidenza scientifica. Con coraggio sono riportate tutte le bugie che i media e la pubblicità ci raccontano e le molte verità che è giusto portare a conoscenza dei consumatori di bevande alcoliche: vino, birra e superalcolici».

Se i primi capitoli sono dedicati a note storiche e ai dati dei danni derivanti da alcol, quelli successivi, dice Testino, «informano sulla reale azione dell’alcol sul nostro organismo con particolare riferimento all’azione di educazione e prevenzione nei confronti dei nostri giovani». Per questo, il volume, edito da Il Pensiero Scientifico di Roma, si rivolge all’ampia categoria di genitori, insegnanti e in generale e tutti quelli che svolgono un ruolo di educatore.

Sfogliando le pagine de  libro dell’epatologo si possono, inoltre, trovare molti e utili consigli sull’alcol dipendenza. «Le famiglie dei pazienti – insiste l’autore – possono trovare informazioni per cercare di risolvere il problema e soprattutto informazioni sulle associazioni di auto-mutuo-aiuto che possono rappresentare la vera arma vincente per uscire dalla dipendenza. E sono fornite anche informazioni e consigli ai bevitori sociali-moderati relative all’alimentazione e agli eventuali presidi terapeutici per combattere il sovrappeso e altre alterazioni come il fegato grasso».

Interessante novità del libro, il fatto di affrontare due temi poco conosciuti, come il rapporto del consumo di bevande alcoliche con l’insorgenza dei tumori e con i danni in gravidanza. «Rapporto – accusa il medico – spesso nascosto o addirittura ridicolizzato dalle lobby che certamente non hanno come obiettivo primario la tutela della nostra salute». Secondo tema alcol e guida e alcol e lavoro. Ricordando come il quaranta per cento degli incidenti alla guida e circa il venti di quelli sul lavoro sono alcol correlati.

Dino Frambati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here