Albania da scoprire: vicina, meravigliosa, economica

L’Albania è una nazione che bisogna visitare almeno una volta nella vita, perché la terra d’origine di Madre Teresa stupirà chiunque. È una new entry del turismo mondiale, che si evolve molto adagio, ma è in continua ascesa e offre diverse possibilità di avventurarsi in un mondo pressoché nuovo, fatto di borghi e camminate naturalistiche, città storiche, laghi, spiagge incantevoli e molto altro. Reduce da un recente terremoto, l’Albania ha saputo affrontare ogni problema ed è pronta a ripartire sul fronte turistico. In ogni caso è giusto informarsi, prima della partenza, consultando il sito: www.viaggiaresicuri.it .

L’Albania si trova sulla penisola balcanica e i suoi mari sono tipicamente mediterranei, quindi – volendo programmare una vacanza – c’è da aspettarsi un clima come il nostro sud Italia o la Grecia. Per potersi muovere ci vuole una buona organizzazione, soprattutto se si vuole viaggiare con mezzi locali, non particolarmente efficienti.

Le principali città da visitare

Tirana è la capitale e la città di maggiore interesse culturale. Ha edifici in stile neobarocco mescolati a un’architettura ottomana. Da vedere i palazzi dei ministeri, il museo storico nazionale, il ponte dei Conciatori (sul fiume Lana, del XVIII secolo), piazza Skanderbeg, la torre dell’orologio, la cattedrale della Resurrezione di Cristo, il parco Rinia, il quartiere Blloku, la piramide di Hoxha.

Di particolare interesse è anche la città di Kruja. Si consiglia di visitare il castello omonimo, residenza degli ottomani e il mercato antico. Valona è forse una delle località turistiche più famose, vanta almeno 266 giorni l’anno di sole, un mare tranquillo e una spiaggia sabbiosa. Llogara è invece un passo di montagna inserito nel parco nazionale. Da qui si può godere di un’eccezionale vista sulla riviera albanese.

Durazzo è la seconda città albanese per importanza, e ha un porto che collega a Bari e Brindisi. Ha un’urbanistica anarchica, tutta cemento e un anfiteatro romano sul lungomare, spiagge frequentate perché molto economiche e allegria festaiola. Croia, antica capitale medievale, in cui sorgono le rovine di un castello, è pittoresca, ai piedi della macchia del monte omonimo che offre un panorama spettacolare. Dhermi, Drimades, Saranda, Durazzo, Valona hanno le migliori spiagge, definite caraibiche, con mare cristallino e ristorantini di pesce per ottime cene. Sono vicine ad altri splendidi litorali, come quelli di Palase, Jale e Gjipe che offrono relax assoluto per i più pigri.

Scutari è denominata la Firenze dei Balcani ed è una delle città più importanti del nord del paese, nell’entroterra. Con una storia travagliata di architettura, questa città offre un museo storico, la moschea di “piombo”, la città medievale di Sarda, le rovine illiriche di Gaitan, la fortezza Rozafa con il museo. Nel suo ambito vi sono culture diverse e vanta numerosi edifici di culto, nonché un mercato molto colorato e vivace. Ci sono anche altre mete da considerare, non per questo ritenute di minor importanza: Apollonia, Butrinto, Argirocasto, Berat. Consiglio: si valuti il tempo a disposizione e ciò che interessa maggiormente vedere, meglio decidere per un itinerario guidato personalizzato.

Come arrivare

L’Albania si raggiunge in aereo da molte città italiane in modo veloce (circa 2 ore senza scali) con costi a partire da 48 euro. È consigliato un noleggio auto. Si può optare anche per il traghetto, con possibilità di portare la propria auto (meglio prenotare la cabina per un viaggio più confortevole). Si parte da porti italiani quali Ancona, Bari, Brindisi per poi sbarcare a Igoumenitza o Durazzo.

Se ami conoscere nuovi luoghi leggi la nostra sezione dedicata ai viaggi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here